Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza beffato allo scadere. Pari e patta con il Palazzolo (1-1)

Cosenza beffato allo scadere. Pari e patta con il Palazzolo (1-1)

Un’altra vittoria sfumata negli ultimi minuti del match. Di Bonarrigo all’87’ il gol che pareggia la rete siglata da Mosciaro al 55′. L’attaccante silano ha lasciato il campo in barella. Rossoblù a sei punti di distacco dall’Hinterggio.

cs-palazz1

Bonarrigo spiazza Franza e realizza il pari (foto Giovanni Baglieri)

Come contro il Sambiase, anche con il Palazzolo la vittoria per i lupi sfuma nei minuti finali. Dopo un primo tempo equilibrato e combattuto, gli uomini di Napoli trovano il vantaggio con il solito Mosciaro. I lupi non rinunciano ad attaccare e sfiorano il raddoppio in diverse occasioni. Poi il pareggio dei padroni di casa. Sugli sviluppi di un corner Ciano tocca la sfera con un braccio e l’arbitro decreta il penalty. Dal dischetto Bonarrigo, migliore in campo, non sbaglia. Poco dopo Marano ha la palla per il raddoppio ma l’esterno non riesce a buttarla dentro. Arriva quindi un pari che allontana nuovamente i silani dalla vetta della classifica. Hinterreggio a più sei e brutta tegola per il Cosenza che registra l’infortunio di Mosciaro, uscito dal terreno di gioco in barella. La cronaca: Gara iniziata con quasi dieci minuti di ritardo rispetto agli altri campi. Calcio d’avvio affidato ai padroni di casa. Partenza decisa dei lupi che assumono l’iniziativa e provano con una fitta rete di passaggi a cercare il varco giusto. Nulla da segnalare nelle prime battute del match. E’ la gara che ci si aspettava in questo avvio. I lupi giocano bene la sfera senza correre rischi ma il Palazzolo è squadra scorbutica e ben messa in campo. Al 12′ Spampinato fa tutto da solo, prova a saltare Parisi che lo chiude bene prima della battuta. Sugli sviluppi del corner Ciano arriva prima degli avversari sventando la minaccia. Il Cosenza risponde con una azione in velocità guidata da Mosciaro, fermato prima dell’assist. Si scalda il match di Palazzolo. Meglio la compagine di Anastasi in questo avvio. I padroni di casa hanno preso in mano il comando delle ostilità ma non hanno comunque creato grossi pericoli a Franza. Primo acuto dei rossoblù al 22′. Mosciaro prende palla ma un po’ frettolosamente calcia dai trenta metri. Tiro centrale controllato facilmente da Ferla. Un minuto dopo ancora Lupi. Biondo riceve la sfera sulla corsia di competenza, salta un uomo e crossa per Mosciaro che ci prova con una mezza girata. Palla alta sulla traversa. Risponde il Palazzolo al 25′. Bonarrigo fa tutto solo e si presenta davanti a Franza. La conclusione è insidiosa ma Franza respinge con un ottimo intervento. Al 28′ Mosciaro ruba palla e si invola verso l’area di rigore avversaria. L’attaccante resiste ad una carica ma un rimbalzo errato della sfera gli impedisce il controllo prima della battuta. Al 32′ Mosciaro viene fermato fallosamente al limite dell’area. L’arbitro lascia proseguire ed ammonice l’attaccante silano. Il match non decolla a Palazzolo. Le squadre si temono e badano più a non prenderle che a far gioco. L’impressione però è che i lupi possano far male alla difesa siciliana, in affanno quando Mosciaro e soci provano a spingere sull’acceleratore. Al 42′ i rossoblù si rendono pericolosi. Arcidiacono dribbla un uomo, attende l’arrivo di Fiore e gli serve una buona palla. L’esterno calcia a botta sicura ma la sua conclusione è respinta dalla difesa di casa. Dopo un minuto di recupero termina la prima frazione di gioco. Si riparte con una conclusione di Arcidiacono dopo pochi secondi dall’inizio della ripresa. Ferla con un ottimo intervento sventa la minaccia. Al 47′ è il turno di Varriale che prova a far male su un calcio piazzato. Il suo tiro però termina alto. Al 50′ il Cosenza ha l’occasione più grossa del match. Romano supera due uomini, entra in area e cede la sfera all’accorrente Mosciaro che da posizione favorevole calcia a botta sicura ma Ferla respinge. Poco dopo ancora il portiere del Palazzolo protagonista. Mosciaro stoppa la sfera e lascia partite un gran destro ma l’estremo difensore dei siciliani compie un autentico miracolo. La gara si accende. Il Cosenza prova a vincerla e la compagine di Anastati si rende pericolosa in contropiede. Il gol è nell’aria e al 55′ i lupi passano. Arcidiacono sfonda in area e trova l’inserimento di Mosciaro che con una gran conclusione sigla il gol del vantaggio. Ancora Cosenza al 62′. Romano prende palla, testa alta e dribbling secco per l’ingresso in area. Conclusione potente ma Ferla devia la sfera in corner. Al 69′ brivido per i lupi. Bonarrigo, il migliore dei suoi, colpisce la traversa con Franza battuto. Risponde Arcidiacono con una fuga increndibile. Palla deviata in corner. Sugli sviluppi Mosciaro di testa anticipa tutti ma Ferla con un colpo di reni strepitoso leva la sfera dal sette. Autentico miracolo ma azione vanificata dall’arbitro che vede un fallo. Napoli prova a dare il cambio di passo al Cosenza. Fuori Romano autore di una gran bella prova e dentro Marano al 72′. Al 77′ i padroni di casa vanno ad un passo dal pari. Spampinato conclude a botta sicura ma Franza con un grande intervento devia in corner. Sugli sviluppi Arcidiacono parte in contropiede. Ennesima fuga del furetto rossoblù che serve Mosciaro ben appostato in area di rigore. L’attaccante silano prova a calciare ma viene contrastato da Cristiano. Sembra rigore ma l’arbitro non lo concede. Mosciaro resta a terra ed è costretto ad abbandonare il campo in barella. Brutta tegola per il Cosenza. Dentro Longobardi. Incredibile all’87’. Fallo di mano di Ciano. Giallo e rigore. Bonarrigo dal dischetto non fallisce. Fuori Biondo e dentro Provenzano. Su un corner, Franza esce con i pugni e sul tiro la sfera carambola sul braccio di Ciano. A trenta secondi dal novantesimo il Cosenza ha la palla per riportarsi avanti. Cross di Provenzano, Ferla è superato ma Marano non trova bene l’impatto con la sfera che termina di un soffio fuori. Quattro i minuti di recupero. Al 93′ ci prova Bonarrigo. Franza con un miracolo leva la sfera dall’incrocio. Termina così la gara di Palazzolo. Nuova doccia fredda per i lupi, raggiunti a tre minuti dal termine dell’incontro.

Il tabellino
PALAZZOLO (4-2-2-2): Ferla; Piluso (84′ Aperi), Liga Romeo (59′ Panetteri),  Allocca; Di Paola Arena; Cristiano, Contino; Bonarrigo Spampinato. A disp: Falco, Aperi, Scaravilla, Nassi, Panatteri, Figura, Martines. All.: Anastasi
COSENZA (4-4-1-1): Franza; Fiore, Parisi, Varriale, Rapisarda; Biondo, Castellano, Ciano, Arcidiacono; Romano (72′ Marano); Mosciaro (79′ Longobardi). A disp.: Perri, Scigliano, Salvino, Marano, Caputo, Provenzano, Longobardi. All.: Napoli
ARBITRO: Guccini di Albano Laziale
MARCATORI: 55′ Mosciaro, 87′ Bonarrigo (rig.)
NOTE: Giornata estiva, spettatori circa 1000 di cui una trentina provenienti da Cosenza. Gara iniziata in leggero ritardo rispetto agli altri campi. Ammoniti: Cristiano, Varriale, Piluso, Ciano; Corner: 6-4; Recupero: 1’pt, 4’st

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it