Tutte 728×90
Tutte 728×90

Napoli: “L’Hinterreggio non può dormire sonni tranquilli”

Napoli: “L’Hinterreggio non può dormire sonni tranquilli”

Il tecnico: “Tireremo le somme a fine campionato. Per ora è ancora tutto in gioco”. E manda messaggi alla capolista: “Sanno bene che gli stiamo col fiato sul collo”.

Napoli_con_larbitro_a_vg

Napoli a colloquio con il direttore di gara durante il match (foto shartella)

Bisogna vincere e sperare in un passo falso dell’Hinterreggio. Il primo compito è stato portato a termine. Per il secondo i flussi “malefici” non hanno avuto effetto. E allora la situazione resta invariata con meno gare a disposizione (cinque). Sta di fatto che il Cosenza prosegue la sua marcia quantomeno per mantenere saldo il secondo posto. A fine gara questo il commento del tecnico rossoblù Tommaso Napoli. “Non era facile vincere qui. Sapevamo che dovevamo essere equilibrati e cercare di non concedere nulla ai nostri avversari. Abbiamo sfruttato al meglio le occasioni che ci siamo costruiti e credo che non ci siano macchie su questa vittoria. Ho visto i ragazzi stremati a fine gara ed è questo che conta. Vuol dire che abbiamo dato tutto”. Per il tecnico prosegue il periodo di imbattibilità. Ma l’Hinterreggio non molla. “Dobbiamo crederci sempre e vincere tutte le gare. I reggini hanno avuto continuità e per ora meritano un plauso. Però bisogna dare atto al Cosenza che è ancora lì ed è l’unica che sta cercando di mantenere vivo il campionato”. Oggi a Melito Porto Salvo mancavano alcune pedine importanti. Ma Napoli fa un plauso ai sostituti. “Longobardi come tutta la squadra ha fatto una grande gara. Il gol è da rivedere perché fatto da un giocatore che meritava di festeggiare una rete”. Ad oggi l’unica recriminazione riguarda i pareggi contro Sambiase, Acireale e Palazzolo. “Purtroppo non sempre siamo riusciti a portare a casa i tre punti seppur li meritavamo. Tra sostituzioni forzate ed altre situazioni abbiamo un po’ pagato dazio. E’ vero, il rammarico c’è. Ma credetemi ancora non è finito nulla. L’Hinterreggio sa che siamo lì col fiato sul collo. Se vogliono vincere non devono mollare. Tireremo le somme a fine campionato. Ora, però, concentriamoci sul Messina. Sarà una gara cruciale per noi e per loro. E chissà che il Sant’Antonio Abate…”.   (Antonello Greco)

Related posts