Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, quanto pesa lo striscione degli ultrà e il parere del sindaco?

Cosenza, quanto pesa lo striscione degli ultrà e il parere del sindaco?

Occhiuto incontrerà Stefano Fiore col quale ha già colloquiato brevemente sabato allo stadio. Anche per il primo cittadino l’ex azzurro non può essere messo da parte.

striscione_pro-fiore_messina

Il messaggio lanciato dalla Sud sabato scorso (archivio mannarino/rosito)

La presa di posizione della tifoseria rossoblù non poteva passare in secondo piano. L’esposizione di ben tre striscioni a sostegno dell’ex azzurro e dell’area tecnica hanno inevitabilmente spostato gli equilibri societar. Passione, lealtà e competenza… L’area tecnica è il cuore di Cosenza” è il messaggio inequivocabile lanciato sabato scorso dagli ultrà rossoblù ed indirizzato alla società e a chi auspica progetti alternativi. La “red&blu question” non poteva passare in sordina per due motivi. Il primo è che rimuovere Fiore e Leonetti diventerebbe una scelta impopolare, il secondo riguarda l’aspetto tecnico. La rosa allestita con un budget ridotto è da categoria superiore e i risultati stanno dando loro ragione. Di questi aspetti se ne è accorto anche il sindaco che già sabato ha preso in disparte Fiore per un breve colloquio. Sulle colonne di Calabria Ora emerge un’indiscrezione e che riguarda un incontro ufficiale che, a breve, ci sarà tra le due parti e dove il primo cittadino Occhiuto ribadirà la sua grande stima per il simbolo sportivo della città. Inoltre sembra che Occhiuto voglia approfondire la questione in prima persona dando a Fiore la possibilità di spiegare nei dettagli i perché della lotta intestina, già in parte resi pubblici in tv davanti a Quaglio. Infine bisognerà capire l’atteggiamento di alcuni dirigenti che sembra essere cambiato con alcuni che cercano il modo di ricucire un rapporto logoro. In tutto questo il nodo “stipendi calciatoei” dovra essere chiarito al più presto. Il palliativo di corrispondere i rimborsi spesa di febbraio non ha fatto breccia nel gruppo guidato da capitan Parisi (per i contratti d’immagine si è fermi ad ottobre-novembre e sono quelli che rappresentano il grosso dell’accordo economico). Il resto conta tanto quanto. (a.c.)

Related posts