Cosenza Calcio

Per il Cosenza arriva il momento della verità

La vittoria con il Licata consolida il secondo posto e tiene aperta la corsa in vetta. Ora tre impegni in dieci giorni diranno chi la spunterà. E intanto serve prepararsi per capire se sarà possibile ottenere il ripescaggio. Sul campo e fuori, i silani devono farsi trovare pronti.

arcidiacono_gol_licataa

Arcidiacono sigla il 3-0 nel match contro il Licata (foto mannarino)

Tre gol in quarantacinque minuti e pratica Licata archiviata con qualche brivido. Il Cosenza corre e continua a macinare risultati per provare a centrare un sogno che purtroppo, non dipende solo da Parisi e soci. Anche ieri i rossoblù hanno dimostrato la loro superiorità, palesata in lungo e in largo in questo girone di ritorno, su tutti i campi calcati in un campionato che non esprime in classifica i valori visti nel rettangolo verde. La missione, quella di vincerle tutte e sperare in un passo falso dell’Hinterreggio, è arrivata al momento della verità. Restano infatti 270 minuti ai lupi per mettere in cascina nove punti e capire se sarà possibile scavalcare la capolista o giocarsi uno spareggio che sarebbe l’atto finale più giusto per capire quale è l’undici che merita la promozione. Un dato però è ormai chiaro. I rossoblù sono stati costruiti per vincere il torneo. Almeno da gennaio in poi. Longobardi segna con regolarità impressionante. Arcidiacono e Marano hanno dato imprevedibilità alla manovra. Tutti entrati in un gruppo che con Ciano, Parisi, Varriale e Romano permette ai giovani di crescere e gettare le basi per il futuro. Un futuro che sarà deciso nei prossimi tre incontri ma che potrebbe anche passare per le stanze chiuse della Lega. Ed è proprio questo il momento in cui le parole dovranno per forza lasciare spazio ai fatti. Impossibile sbagliare in campo, vietato perdere tempo fuori dal rettangolo di gioco. Se il Cosenza quest’anno dovesse farcela sarebbe un’impresa. Se dovesse invece finire al secondo posto, sarà importante capire che i silani sono arrivati in tutto e per tutto un passo dopo. E intanto Macalli sembra aprire all’ipotesi ripescaggi. Il presidente di Lega ha ribadito in più occasioni di non essere disposto a promuovere compagini che non hanno centrato il salto di categoria sul campo. Tuttavia tanti club di Lega Pro versano in condizioni economiche drammatiche e la riforma che stravolgerà la vecchia “Serie C”, non è ancora prevista per la prossima stagione. Questo lascia pensare che se la Lega non dovesse fare una sanatoria, ci sarebbe spazio per qualche squadra in arrivo dalla Serie D. Ad un patto però. Accedere ai ripescaggi significa affrontare i playoff da protagonisti, farsi sentire in Lega e garantire una fideiussione da 300 mila euro. Per il neonato Cosenza però sarà durissima, quasi impossibile, visto che la società non solo ha avuto il campo squalificato per tre giornate, ma non ha alcuna storia sportiva da mettere sul piatto della bilancia. Questi sono due criteri che penalizzerebbero e non poco i silani. Che la squadra in campo poi darà tutto è ormai però una certezza. Lo stesso non si può dire per le garanzie economiche da fornire alla Lega. Macalli non ammetterà errori e chiedere di poter accedere alla Lega Pro significa mettere carte in regola e soldi subito. E farlo presto. Impossibile far tardi o fermarsi a riflettere fino allo sfinimento come è già accaduto quest’anno. Chi tardi arriva male alloggia e il Cosenza in questa stagione sta pagando i ritardi e le lunghe pause di riflessione in maniera pesante. Ora è il momento di pensare al campo e di provare a conquistare la promozione nelle partite che restano da giocare. Tecnico e squadra lo sanno. (Francesco Palermo)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina