Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, adesso è il momento di decidere

Cosenza, adesso è il momento di decidere

La Curva Sud si è espressa domenica pomeriggio con uno striscione e con una composta contestazione. Voi da chi vorreste ripartire per il torneo 2012-2013?

I_CALCIATORI_DEL_COSENZ

I calciatori del Cosenza domenica scorsa durante la partita (foto mannarino)

Il Cosenza Calcio è arrivato ad un bivio. E’ chiaro che l’attuale organigramma non potrà essere riproposto l’anno prossimo, almeno non con una chiara ed insindacabile divisione delle aree di competenza. Quanto è successo in questo campionato è stato in linea con il torneo precedente, quasi come se in riva al Crati fossimo amanti delle tradizioni: stipendi non pagati, carenze di beni primari nello spogliatoio, calciatori infortunati ed abbandonati a se stessi, calciatori in costante attesa di un bonifico che non arriva mai e stadio San Vito desolatamente vuoto. A far parlare di calcio giocato c’hanno provato i responsabili dell’area tecnica, ma inesorabilmente si sono dovuti confrontare (anche televisivamente) con i problemi di cui sopra. Aver gettato alle ortiche un campionato per i problemi già esposti e per tutta una serie di decisioni più o meno discutibili a gara in corso, ha lasciato l’amaro in bocca ai sostenitori di fede rossoblù. Poco del resto si può imputare ai protagonisti della domenica, spesso e volentieri costretti a giocare con mille pensieri che gli frullavano in testa. Hanno onorato fino all’ultimo la maglia rossoblù nonostante fosse loro sacrosanto diritto incrociare le braccia, ricorrere alla protesta più nobile quale lo sciopero e dire: “noi ci fermiamo perché non ci pagano”. Non lo hanno fatto perché lo spogliatoio è formato da ragazzi umili e sinceri come Parisi, Fiore, Romano, Marano, Arcidiacono, Ciano, Ramunno, Longobardi e via via tutti gli altri. Hanno denunciato ciò che succedeva, si sono parlati ed hanno lottato per raggiungere un traguardo. Non ci sono riusciti, ma nel calcio vincere non è matematico nemmeno quando sembra un’equazione di facile risoluzione. Le dietrologie tirate fuori dopo il pareggio con il Sant’Antonio Abate non appartengono ai calciatori del Cosenza e a coloro che li hanno portati all’ombra della Sila. Chi ha lasciato intendere qualcosa, forse, lo ha fatto per distogliere l’attenzione dai veri problemi che hanno impedito ai Lupi di prendere il posto dell’Hinterreggio. Ecco perché nel nuovo sondaggio vi chiediamo da chi vorreste ripartire l’anno prossimo: la Curva Sud domenica pomeriggio ha già scelto. Voi, invece di che parere siete?
CLICCA QUI PER VOTARE IL NOSTRO SONDAGGIO

Related posts