Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallanuoto M.: Anche la capolista si deve inchinare alla Tubisider (9-8)

Pallanuoto M.: Anche la capolista si deve inchinare alla Tubisider (9-8)

I ragazzi di Francesco Manna con una prestazione strepitosa battono anche la Sikelia Palermo trascinati da un grandissimo capitan Trocciola autore di ben 5 reti

il_settebello_cosentino

Il settebello cosentino prima di entrare in vasca

Ancora una prestazione da incorniciare da parte della Tubisider  che nella Piscina Olimpionica di Cosenza ha battuto la capolista WP Sikelia Palermo per 9-8. Un match combattutissimo già dai primi minuti che ha visto i ragazzi di Francesco Manna vincere negli ultimi secondi della gara. A passare in vantaggio, però, sono stati subito gli ospiti con Arena bravo dalla distanza a mettere la sfera sotto l’incrocio dei pali. La Tubisider Cosenza ha subito reagito riequilibrando il match con Bellone che con l’aiuto del palo ha trafitto l’estremo difensore siciliano Marturana. Gli ospiti, però, dopo un paio di occasioni non andate a buon fine trovano il vantaggio con Sanbito che sfrutta la superiorità numerica a causa dell’espulsione di Gervasi. Il settebello cosentino a questo punto non ci sta e trova il pari con Manna lesto in rovesciata a battere il portiere palermitano (2-2). I rossoblù, prima della fine del primo quarto, hanno l’occasione per portarsi in vantaggio ma il tiro di Manna viene respinto dalla difesa ospite. Il secondo quarto comincia con la rete da parte della Sikelia Palermo che con Raimondo sfrutta la superiorità numerica a causa dell’espulsione di Chiappetta. La Tubisider Cosenza, però, non si demoralizza e a metà secondo quarto trova il gol del pari con capitan Trocciola che con freddezza trasforma il tiro di rigore concesso dal direttore di gara (1-1). L’inizio del terzo quarto vede ancora i siciliani alla ricerca del vantaggio che arriva dopo pochi minuti con Bisconti scaltro a battere l’estremo difensore rossoblù Palermo. Il settebello cosentino ancora una volta è costretto ad inseguire ma come è già successo in altre occasioni a togliere le castagne dal fuoco ci pensa capitan Trocciola che con un gran tiro dalla distanza trova il gol del pari. La formazione siciliana si butta in avanti alla ricerca del vantaggio ma il portiere rossoblù Palermo compie due autentici miracoli prima su Raimondo e poi su Sambito negando la rete agli ospiti. Sul capovolgimento di fronte Marco Trocciola si libera magicamente di un avversario e, a tu per tu con il portiere siciliano, non fallisce portando la Tubisider Cosenza avanti 5-4 alla fine della terza frazione di gioco (2-1). Nell’ultimo quarto parte forte la formazione di casa che ancora con Trocciola trova il gol del doppio vantaggio. Il settebello palermitano, però, non si arrende e nel giro di pochi minuti ristabilisce la parità con una doppietta di Raimondo. L’uno due dei siciliani non stordisce i rossoblù che trovano nuovamente il vantaggio con Antonio Guaglianone che vede Marturano fuori dai pali e lo beffa con una palomba micidiale. I siciliani rispondono subito con Bisconti con un tiro dalla distanza che non lascia scampo a Palermo. A riportare subito in vantaggio la Tubisider ci pensa Carlo Bellone che con un gran tiro batte Marturano. A 50 secondi dalla fine, però, gli ospiti trovano il gol del pari con Schiavo che gela  gli spettatori presenti sugli spalti. Il settebello cosentino si butta in avanti e a 4 secondi dalla fine trova la rete con il solito Trocciola che fa esplodere di gioia tutti i presenti regalando così la vittoria alla Tubisider Cosenza.
(Antonello Greco)

TUBISIDER COSENZA – WP SIKELIA PALERMO 9-8 (2-2, 1-1, 2-1, 4-4)
TUBISIDER COSENZA: Palermo, Perillo, Marozzo, Chiappetta, Bellone (2), Trocciola (5), Gervasi, Cavalcanti Massimiliano, Guaglianone Alessandro, Fasanella Francesco, Manna (1), Guaglianone Antonio (1), Fasanella Ivan. Allenatore: Francesco Manna.
WP SIKELIA PALERMO: Marturana, Schiavo (1), Grosso, Bisconti (2), Sambito (1), Mineo, Scafidi, Mercadante, Lapi, Arena (1), Raimondo (3), Scialanga, Muratore. Allenatore: Antonio Piccioni.
ARBITRO: Arnaldo Petronilli di Roma.
NOTE: 14 falli contro Tubisider Cosenza, 5 a favore

Related posts