Eccellenza

La festa del Brutium, una festa popolare

I ragazzi della Curva Nord hanno centrato la promozione in Seconda Categoria e tagliato due importanti traguardi: quello sportivo e quello sociale. In finale batutto 4-3 il Bianchi.

pre-partita_bianchi-brutium

Lo spicchio riservato a tifosi del Brutium nel pre-partita. Alla fine saranno 200

Alla fine ce l’ha fatta il Brutium Cosenza, ma a vincere veramente sono stati quei ragazzi che ieri pomeriggio si sono presentati in tanti a Soveria Mannelli, in territorio “nemico”, per urlare il loro no convinto al calcio moderno e prendersi una rivincita grande così su chi considera gli ultras alla stregua di volgari teppisti di strada. Il Brutium è partito tra lo scetticismo generale, ma pian piano ha conquistato le simpatie degli sportivi cosentini strappando consensi e suscitando ammirazione. Ecco perché la festa del Brutium è una festa popolare, una festa che non ha direttori di orchestra, né presidenti da incensare. E’ la vittoria di chi crede nel riscatto sociale attraverso lo sport. La finale playoff è stata un susseguirsi di emozioni, un 4-3 che ha messo a dura prova le coronarie della meravigliosa cornice di pubblico presente sugli spalti. Se 200 erano di fede rossoblù, almeno il doppio erano sostenitori del Bianchi. Tutto sembrava, meno che un match di Terza Categoria. Gli uomini di Malvasi sono partiti forti consapevoli di avere un solo risultato a disposizione. Così dopo appena 7′ Crescibene ha trovato la rete del vantaggio sfruttando al meglio un assist al bacio di Martire e concludendo con un destro sotto la traversa. Il pareggio poco dopo. Bonofiglio commette fuori dall’area di rigore un fallo su Taverna M., ma l’arbitro indica ugualmente il dischetto. Dagli undici metri Taverna F. non si fa ipnotizzare e sigla l’1-1. I rossoblù spingono e al 35′ si portano nuovamente avanti. D’Elia calcia dalla sinistra una punizione tagliata, ma Bianco G. nel tentativo di anticipare gli avversari realizza il più classico degli autogol. La sfida è tesissima e nessuno tira indietro la gamba. Su un calcio piazzato causato da una dura entrata, Tarpino fa 2-2: la sua prodezza è degna di elogi. Quando tutto lasciava intendere che si sarebbe rientrati negli spogliatoi in equilibrio, ecco la zuccata di Martire, lesto a farsi trovare pronto sul secondo palo su un cross del solito D’Elia, abilissimo a confezionare assist. Sugli spalti la tensione cresce, così come l’incitamento degli ultras della Curva Nord. Battimani, boati, stendardi a due aste riportano la mente alle trasferte vere, quelle di una volta senza divieti. A strozzare l’urlo in gola ai Brutium Fans ci pensa ancora Taverna F. che risolve una mischia con un tap-in. Malvasi allora sceglie di inserire Foggetti per Tripoli e ridisegna la squadra. Al 76′ i Lupacchiotti toccano il cielo con un dito. Lancio lungo dalla difesa, sponda del neo-entrato per Crescibene che di prima intenzione lascia partire un fendente micidiale. Bonacci non può fare altro che raccogliere la palla in fondo al sacco ed ascoltare il tripudio in tribuna. Fino al 95′ è solo palpitazione, con il tempo che non passa mai. Poi il triplice fischio finale e la pacifica invasione di campo. Per il Brutium è stata una lunga notte, una nottata di festa. (cosenzachannel.it)

BIANCHI:
Bonacci, Taverna E., Bianco G. Marchio (87′ Marasco), Bianco G., Tarpino, De Santis, Bianco G., Gigliotti, De Simone, Taverna F., Taverna M. (83′ Davoli). In panchina: Borrelli, Muraca N., Bianco G. M. Allenatore: Fazio
BRUTIUM COSENZA: Scarnato, De Franco, Vommaro, D’Elia, Ponzio, Bonofiglio, Martire, Tripoli (71′ Foggetti), Di Maria (90′ Gaudio), Crescibene, Daniele. In panchina: Imbrogno, Coppola, Formica, Nagj, Spadafora. Allenatore: Malvasi
ARBITRO: Iervasi di Locri
MARCATORI: 7′ Crescibene (BC), 13′ Taverna F. (B- rig.), 35′ Bianco G. (B-aut.), 37′ Tarpino, 43′ Martire (BC), 52′ Taverna F. (BC), 76′ Crescibene (BC)
NOTE: Spettatori circa 800 di cui almeno 250 ospiti. Ammoniti: Di Maria, Bianco G., Taverna M., Daniele, D’Elia, Crescibene.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina