Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Pomigliano: tutto quello che c’è da sapere sui nostri prossimi avversari

Cosenza-Pomigliano: tutto quello che c’è da sapere sui nostri prossimi avversari

La formazione granata ha disputato un campionato dai due volti. Nella prima parte ha trovato molte difficoltà culminate con l’esonero di Farris. Con l’arrivo sulla panchina di Francioso, poi esonerato, le cose sono cambiate e i campani hanno scalato la classifica arrivando terzi.

pomigliano_ok

Un attacco aereo del Pomigliano nel match contro il Bacoli Sibilla

Il Cosenza, domani pomeriggio al San Vito affronterà il Pomigliano per la seconda fase dei play-off. La formazione campana ad inizio stagione è stata inserita nel Girone G terminando la regular season al terzo posto. I granata, infatti, hanno conquistato 53 punti frutto di 14 vittorie, 11 pareggi e 9 sconfitte realizzando 44 reti e subendone 33. Il Pomigliano ha disputato un campionato dai due volti. Infatti Sorrentino e compagni nel girone di andata hanno conquistato 20 punti mentre nel girone di ritorno ben 33. Un cambio di marcia notevole dovuto, molto probabilmente, al cambio di allenatore in panchina. Ad inizio stagione, infatti, a guidare i granata c’era Farris, esonerato alla 16esima giornata di campionato dopo la pesante sconfitta casalinga contro Palestrina per 3-1. Farris aveva conquistato solo 17 punti collezionando 4 vittorie, 5 pareggi e 7 sconfitte; 17 reti fatte e 23 subite. Al posto di Farris la società ha deciso di chiamare Francioso e da quel momento in poi il Pomigliano ha cominciato a scalare la graduatoria. Il tecnico, esonerato inspiegabilmente poi sul finire del campionato, è riuscito a portare i granata al terzo posto in classifica conquistando 36 punti frutto di 10 vittorie, 6 pareggi e 2 sconfitte; 23 reti fatte e 10 subite. Nei play-off il Pomigliano, con alla guida il preparatore dei portieri Verriola che sostituito Francioso, ha battuto prima tra le mura amiche il Fidene per 2-1 e poi a domicilio il Città di Marino per 2-1 dopo i tempi supplementari, formazione che in campionato si era posizionata davanti ai granata. La compagine campana è una squadra molto pericolosa soprattutto in avanti. Il giocatore che ha realizzato più marcature è Del Sorbo autore 11 reti di cui 3 su rigore. L’attaccante granata ha segnato principalmente nei minuti finali realizzando ben 5 reti. I granata per la sfida del San Vito non potranno contare su Scognamiglio che è stato fermato per un turno dal giudice sportivo. Un’assenza pesante, quella del difensore, considerando  che è una pedina fondamentale per lo scacchiere del sodalizio del presidente Romano, visto che ha collezionato in stagione ben 35 presenze realizzando anche 1 rete. Il Pomigliano in trasferta ha collezionato 4 vittorie (di cui 1 nei play-off ai suppl.), 8 pareggi e 6 sconfitte realizzando 19 reti (di cui 2 nei play-off) e subendone 24 (di cui 1 nei play-off). I campani lontani dalle mura amiche in questa stagione non hanno mai segnato nei primi 15’, mentre riescono ad andare in gol facilmente dal 16’ al 30’ (5 reti)  e dal 76’ al 90’ (5 reti). Il giocatore che ha segnato di più in trasferta è Auricchio (5 reti). Il calciatore campano ha segnato maggiormente dal 16’ al 30’ (2 reti) e dal 46’ al 60’ (2 reti). Il Pomigliano, infine, in trasferta ha segnato 3 rigori sui 3 concessi, mentre 3 sono stati i rigori fischiati contro, 2 falliti dagli avversari ed 1 realizzato. (Antonello Greco)

Related posts