Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Pomigliano: le pagelle

Cosenza-Pomigliano: le pagelle

Romano show: gol da cineteca. Mosciaro si arrabbia. Salvino si sacrifica e macchia la sua gara con un’ammonizione che non gli permetterà di giocare la prossima gara.

gol_romano_col_pomigliano

La prodezza balistica di Alfredo Romano, autore del gol del 2-0 (foto mannarino)

Quarta vittoria consecutiva dei silani, la terza nei play-off. Dopo Palazzolo e Messina anche il Pomigliano si inchina a Parisi e compagni. Ennesima prestazione d’alto pressore con Romano autore di un gol di pregevole fattura in chiusura di primo tempo.
FRANZA: voto 6. Pochi pericoli dalle sue parti. Quando viene impegnato risponde sempre presente. Rischia nella ripresa quando perde un pallone innocuo e lo recupera in extremis prima che Del Sorbo riesca a beffarlo.
RAPISARDA: voto 6. Tanta corsa e buona volontà. Uno stantuffo che svolge il compito in maniera egregia.
VARRIALE: voto 6,5. Dimostra di essere in un buon momento di forma. Cerca di mettere a segno il suo quarto gol stagione su calcio piazzato ma la mira non è di quelle giuste.
SALVINO: voto 6,5. La solita partita generosa macchiata da un’ammonizione che gli farà saltare la prossima sfida contro la Lavagnese.
CIANO: voto 6,5. A differenza della gara contro il Messina viene impiegato da difensore centrale. Il risultato, però, non cambia.
PARISI: voto 7. Monumentale. Del Sorbo prima e Sorrentino poi lo sogneranno questa notte. Dimostra di essere insuperabile.
ARCIDIACONO: voto 7. Questa volta non c’è il gol su azione (lo sfiora ripetutamente). La gioia arriva dagli undici metri dopo essersi procurato lui stesso il rigore. La solita gara estrosa e brillante.
PROVENZANO: voto 6. Un po’ in ombra. Fa un lavoro oscuro e questo limita le sue caratteristiche.
LONGOBARDI: voto 7. Nono gol stagione. Il primo su calcio di rigore. Lotta e difende palloni mostrandosi in un ottimo momento di forma.
ROMANO: voto 7. Un gol da cineteca. Un gol da stropicciarsi gli occhi. Inizio in sordina. Poi carbura e sforna giocate d’alta scuola.
MOSCIARO: voto 6,5. Gran primo tempo. Si spegne nella ripresa col passare dei minuti. Lascia a Longobardi il compito di calciare il rigore che lui stesso si procura. Gesto di stizza quando Napoli lo sostituisce.

ALL. NAPOLI: voto 7. I numeri sono dalle sue parte. Diciottesimo risultato utile della sua gestione e Play-Off da protagonista assoluta. Il Cosenza sembra giocare a memoria. Le sue sostituzioni non vengono assorbite dai calciatori che mostrano tutto il loro disappunto (chiedere a Mosciaro).

Subentrati:
FIORE: voto 6. Ha il tempo per scagliare due fendenti verso la porta avversaria. Uno centro il palo, l’altro trova pronto l’estremo difensore avversario.
BIONDO: voto SV. Tanta voglia e un paio di conclusioni insidiose.
CAPUTO: voto SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.

Avversari:
POMIGLIANO: D’Agostino 7, Loreto  6, Maraucci 5,5 (65′ Lo Masto 5,5), Gasparini 5,5, Lenci 5,5, D’Imporzano 6, Gargiulo 5,5 (56′ Muro 5,5), Ferraro 5,5, Sibilli 6, Del Sorbo 5, Sorrentino 5 (56′ Alessandrì 6). All: Verriola 5 

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it