Tutte 728×90
Tutte 728×90

Napoli: “Il nostro futuro si chiama Lavagnese. Siamo pronti”

Napoli: “Il nostro futuro si chiama Lavagnese. Siamo pronti”

“Non bisogna fidarsi. Loro verranno qui per vincere ma noi vogliamo chiudere la gara nei novanta minuti”. Poi su Mosciaro: “Ha fatto un gran lavoro. E’ stato determinante”.

napoli_col_messina_playoff

Il tecnico in panchina nel match vinto con il Messina.

La pioggia non dà tregua al Cosenza che oggi si è ritrovato al Sanvitino per iniziare a preparare la prossma gara. Mister Napoli è contento del lavoro svolto fino ad ora. Nove reti fatte ed una sola subita in una corsa play off che diventa sempre più accesa e vedrà la Lavagnese ospite dei silani. Il mister sta già studiando la compagine ligure. “Ci troveremo di fronte ad una compagine che verrà qui per vincere. Dopo un quinto posto in campionato hanno battuto squadre forti ed attrezzate. Questo è un segnale evidente della grinta che stanno mettendo in campo. So che hanno una difesa molto solida e calciatori rapidi sulle corsie esterne. A centrocampo abbinano potenza e qualità ed hanno un atteggiamento in campo simile a quello del Pomigliano. La Lavagnese è un perfetto mix fra la freschezza atletica che solo i più giovani ti danno e l’esperienza di calciatori navigati in categoria che giocano nelle zone nevralgiche del campo. Li rispettiamo ma non li temiamo. Il mio credo non cambia, ragion per cui scenderemo in campo per attaccarli e far subito gol”. Poi un passo indietro alla gara vinta con il Pomigliano. “Siamo entrati in campo con un atteggiamento diverso dal solito. Sembravamo un po’ bloccati ma dopo aver studiato e capito il modo di giocare dei campani, i ragazzi hanno colpito. Poi quando loro si sono scoperti, i nostri calciatori più rapidi hanno trovato spazio in contropiede ed abbiamo chiuso il match. Ho avuto paura solo quando hanno colpito la traversa perché riaprire la gara con il classico tiro della domenica e rischiare di andare nella peggiore delle ipotesi ai rigori sarebbe stato un peccato. Il Cosenza ha dominato e meritavamo di batterli con un punteggio largo. Lo abbiamo fatto e siamo felici del risultato”. Il tecnico poi dice la sua sulla prova di Mosciaro. “Ha fatto un gran lavoro. E’ stato determinante sui gol e non solo. Lo ho sostituito non perché era stanco ma perché loro stavano crescendo e mi serviva maggiore copertura”. Infine un commento sullo stato fisico del gruppo e sulla formazione da schierare contro la Lavagnese. “So che Scigliano è nuovamente alle prese con la fastidiosa allergia che limita il suo programma di allenamento. Rapisarda ha avvertito un fastidio ma è ok. Bisognerà sostituire Salvino. Castellano è una ipotesi valida perché ha fatto buone cose in campionato. Bisogna però valutare tutto anche perché ho una rosa attrezzata ed è importante operare senza stravolgere gli equilibri. (Francesco Palermo)

Related posts