Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ora tocca a Stefano Fiore: “Il futuro sarà senza Guarascio”

Ora tocca a Stefano Fiore: “Il futuro sarà senza Guarascio”

Il responsabile dell’area tecnica va dritto al sodo: “Così non si può andare più avanti. Il mio sogno è dare vita ad un progetto duraturo. Nel futuro nessuna apertura”.

fiore_in_primavera

Il responsabile dell’area tecnica Stefano Fiore

Stefano Fiore ha detto “stop”! Le dichiarazioni del presidente Eugenio Guarascio, rese note attraverso un comunicato stampa redatto ieri, hanno toccato profondamente l’uomo simbolo del calcio cosentino. Del resto dopo aver maldigerito la scelta di Napoli, aver assistito alla conferenza in cui Guarascio ribadiva di aver chiesto pareri ad altre figure e non a lui, dopo aver difeso un tecnico voluto dalla società e attaccato da più fronti, si è trovato in dovere di replicare a chi, seppur non citandolo direttamente, lo ha chiamato in causa. “Sono amareggiato ed irritato da ciò che sta accadendo. Ho letto le parole del presidente e mi rendo conto che è difficile proseguire in questa situazione. Nel corso della stagione abbiamo dato il massimo in condizioni a dir poco difficoltose ma quello che è stato scritto è inaccettabile”. Fiore precisa. “Guarascio ha inviato un comunicato in cui si parla del mondo delle scommesse e di ciò che sta accadendo nel panorama nazionale. La società, invece, avrebbe fatto meglio ad informare i tifosi sulla trasferta che ci apprestiamo ad affrontare e sul luogo dell’incontro. Nell’ultima partita il San Vito ha risposto alla grande e bisogna pensare a chi ci segue facendo sacrifici non ad argomenti che non ci sfiorano minimamente”. Il direttore sportivo rincara la dose e va al sodo. “Nel comunicato la società ringrazia il tecnico mettendo al primo posto la sua figura. E’ incredibile come sia passato in secondo piano il lavoro fatto da questi calciatori. Abbiamo un gruppo forte formato da professionisti seri. Hanno raggiunto un traguardo ambizioso e lottano per la vittoria nei playoff. Senza dimenticare che non hanno vissuto una stagione facile a Cosenza. La città li ha accolti in maniera fantastica e i ragazzi hanno risposto sul campo con prestazioni da incorniciare. Non bisogna dimenticare, però, cosa è accaduto ed accade. Non dobbiamo fare l’errore di tralasciare i momenti difficili che Parisi e compagni hanno affrontato nel rapporto con questa società”. Dagli stipendi non pagati ai ritardi inammissibili, dalla scarsa comunicazione alle promesse vane. I vertici del club silano hanno in più occasioni palesato una disorganizzazione disarmante e nei momenti caldi della stagione, Guarascio e soci, non hanno mai messo piede al Del Morgine. La passerella del San Vito non basta più. Neanche le parole. Contano i fatti e Fiore sancisce la chiusura di un rapporto contrastato ma tenuto in piedi solo per l’amore che lo lega alla città e ai calciatori. Quest’ultimi non perdono occasione per riconosce in lui l’unico punto di riferimento. I segnali d’apertura mostrati nelle ultime settimane si sono bruscamente interrotti. Almeno stando alle parole di Fiore. “Io e Guarascio siamo incompatibili. Così non si può andare più avanti. Il sottoscritto vede il calcio in maniera differente. Il mio sogno è dare vita ad un progetto vincente. Una squadra che possa lottare al vertice negli anni. Abbiamo lavorato per fare questo. Ora nessuna apertura”. Il comunicato della società ha lasciato il segno. Anche nei giocatori che sono stati costretti a raggiungere il ritiro con mezzi propri. E ovviamente non hanno nascosto il disappunto per la nota del presidente Guarascio. E il mister? Dopo l’ultima gara aveva dichiarato che non era stato ringraziato da nessuno. Subito dopo ci ha pensato Guarascio. In tanti si chiedono dove fosse il presidente quando la tifoseria decise di contestare apertamente Napoli. Ebbene, quel giorno c’era Stefano Fiore che si trovò a difendere un allenatore non scelto da lui. Né Guarascio e né tantomeno Napoli ringraziarono il direttore sportivo. Ma c’è sempre tempo per rimediare ai propri errori e colmare le lacune.
(Francesco Palermo)

Related posts