Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, Guarascio va negli spogliatoi

Cosenza, Guarascio va negli spogliatoi

Prima dell’allenamento il presidente ha parlato alla squadra. In vista del Sant’Antonio Abate Ciano non sarà disponibile, mentre Longobardi è tornato in gruppo. Dubbio Scigliano.

foto_allenamentocs_sito

Una fase della sgambatura del Sanvitino. C’è stato il presidente (foto mannarino)

Il presidente Guarascio oggi pomeriggio ha fatto una capatina al Sanvitino per parlare alla squadra, fortemente contrariata dopo le sue esternazioni dei giorni scorsi. Prima dell’allenamento, il numero uno della società rossoblù è entrato negli spogliatoi per fare un discorso ai calciatori. Era presente anche il responsabile dell’area tecnica Stefano Fiore che si è limitato ad ascoltare senza intervenire. Guarascio ha sottolineato che si è trattato di un gesto spontaneo con cui ha voluto manifestare la propria vicinanza a chi domenica dovrà conquistare l’accesso alla finale ed augurare a tutti “buona fortuna”. Dal canto suo, il gruppo ha preso la palla al balzo chiedendo spiegazioni circa gli stipendi arretrati, sottolineando con toni pacati che è molto difficile avere un dialogo con l’amministratore delegato Quaglio. La risposta di Guarascio è stata quella auspicata ma che già tante volte in passato ha dato, vale a dire che gli accordi saranno rispettati fino in fondo. Per quanto riguarda invece l’aspetto sportivo, c’è da segnalare che Ciano non era in gruppo, quindi è da considerarsi scontato un suo forfait in vista della gara contro il Sant’Antonio Abate. A preoccupare Napoli sono le non perfette condizioni di Scigliano che sebbene si sia allenato, non è per niente al top. Per non farsi trovare impreparato, il trainer palermitano ha provato una soluzione alternativa che prevede la coppia Rapisarda-Parisi al centro con Fiore e Varriale sulle corsie laterali. Buone notizie invece provengono da Longobardi: il bomber si è aggregato al resto della squadra e a Matera vestirà la maglia numero nove. Per sostituire Arcidiacono sono in ballottaggio Biondo e Marano. (Luigi Brasi)

Related posts