Tutte 728×90
Tutte 728×90

Al via il “X Memorial Eugenio Coscarello”

Al via il “X Memorial Eugenio Coscarello”

Piccoli campioni in campo per la kermesse dedicata alle categorie “Pulcini”. Imponente la macchina organizzativa che ha accolto più di venti squadre. Tutti in campo per ricordare un uomo che ha fatto tanto per lo sviluppo delle attività sportive a Cosenza e provincia.
coscare
“Se non impari a perdere, no potrai mai vincere”. E’ questo lo slogan con il quale il presidente del Castrolibero, Francesco Coscarello, ha aperto ufficialmente il “Decimo Memorial Eugenio Coscarello”. La kermesse, che abbraccia tante scuole calcio dell’hinterland, è nata dieci anni fa per ricordale la figura di Eugenio Coscarello, amante dello sport e delle discipline che favoriscono lo sviluppo delle stesse fra i più giovani. Il torneo è stato organizzato in collaborazione con il Commenda ed ha preso il via questo pomeriggio. La parata di piccoli campioni in erba, è iniziata con il ricordo del presidente Coscarello, che ha accolto le squadre presenti ed ha aperto le danze. Poi la banda musicale di Dipignano ha eseguito l’inno d’Italia ed in seguito sono iniziate le gare nei tanti campi predisposti nella struttura. La macchina organizzativa, impeccabile e ormai collaudatissima, ha permesso ai piccoli calciatori delle categorie “Pulcini Misti 2001-2002” e “Pulcini Misti 2003-2004”, di sfidarsi nei gironi che porteranno poi alle finali. La Eugenio Coscarello, squadra organizzatrice, si è avvalsa della collaborazione delle altre società, ed ha dato il calcio d’inizio nel match affrontato contro l’Azzurra. Poi una serie di partite che andrà avanti per altri tre giorni e terminerà con le finali di domenica pomeriggio. Alla kermesse hanno preso parte più di venti squadre. Questa, insieme all’imponente organizzazione e alla grossa partecipazione di pubblico, è la dimostrazione di quanto sia ormai importante sul territorio questa manifestazione sportiva. Il presidente Francesco Coscarello ha voluto ringraziare le squadre presenti e tutte quelle figure, dagli accompagnatori agli allenatori, che giorno dopo giorno, con amore e costanza, spendono il loro tempo per seguire i piccoli calciatori. L’unico rammarico degli organizzatori, è che la manifestazione in ricordo della figura umana e professionale di Eugenio Coscarello, non si possa disputare nell’impianto sportivo costruito e curato nel tempo proprio dall’ex presidente del Castrolibero. Un neo cancellato dalle parole del figlio Francesco: “Ringrazio con tutto il cuore, e penso che lo faccia anche mio padre da lassù, i miei collaboratori che rendono questa manifestazione una macchina semi perfetta. A tutti i giovani, un grande in bocca al lupo”. Che vinca il migliore. (Francesco Palermo)

Related posts