Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza vince i Play-Off. L’apoteosi arriva al 95′. Sandonà battuto in rimonta (3-2)

Il Cosenza vince i Play-Off. L’apoteosi arriva al 95′. Sandonà battuto in rimonta (3-2)

I Lupi battono 3-2 il Sandonà in rimonta dopo le reti di LLullaku e Miniati. Le prodezze di Arcidiacono e Mosciaro permettono ai Lupi di trovare il pari. La punizione di Varriale sul gong permette ai Lupi di vincere i playoff. Parisi e soci da dieci e lode.ultras_a_matera
Che la festa abbia inizio. Pasisi e soci ad Arezzo hanno compiuto un autentico miracolo. La creatura di Stefano Fiore, plasmata su un gruppo forte, composto da professionisti forti e seri, ha ribaltato la partita contro il Sandonà, vincendo con merito i play off. Mosciaro e Arcidiacono hanno trovato il pari. Poi il gol di Varriale ha fatto esplodere il boato dei tifosi silani. Più di mille sostenitori hanno festeggiato ad Arezzo un successo incredibile. Cosenza merita questa festa. Ora si spera in un ripescaggio e in un salto di categoria che i Lupi hanno meritato sul campo. Complimenti a tutti. Questo è un gruppo vincente. La cronaca: Gara appena iniziata. Calcio d’avvio affidato al Sandonà. Parte meglio la compagine guidata da Tedino che al 3′ passa in vantaggio. Azione ragionata fra Casella e Nichele. Il numero nove calcia debolmente in porta e sulla traiettoria arriva Lullaku che anticipa i difensori silani e devia la sfera in rete. Meglio i veneti in questo avvio di gara. Il Cosenza non riesce a prendere in mano il pallino del gioco. Al 9′ Provenzano prende palla a centrocampo e da venticinque metri prova la conclusione ampiamente larga. Il Sandonà risponde e sfiora il raddoppio. Gattone va via sulla sinistra e conclude a rete da posizione defilata. Franza è superato ma la sfera termina fuori. Spazi chiusi per il Cosenza. Al 18′ break di Arcidiacono che fa venti metri palla al piede ma viene fermato con un ottimo recupero da Poscoliero. Al 23′ arriva il raddoppio del Sandonà. Poscoliero va via sulla destra e con un preciso passaggio taglia fuori la retroguardia silana. La palla è per Miniati che sullo scatto brucia Scigliano e deposita in rete. Il Cosenza prova a reagire. Al 25′ Ci prova Romano: palla fuori. Un minuto dopo è il turno di Parisi che cerca la deviazione da distanza ravvicinata senza trovare la porta. Al 32′ Nichele calcia una punizione dai venti metri. La difesa silana respinge ma perde palla ed è ancora il numero nove del Sandonà a provare la conclusione che termina fuori non di molto. Al 37′ i Lupi vanno vicini al gol. Punizione di Varriale respinta dalla difesa sui piedi di Arcidiacono. L’esterno da posizione ravvicinata calcia in porta ma Tomei respinge. La sfera termina sui piedi di Provenzano che libera solo davanti al portiere avversario Scigliano. Gran tiro del difensore ma il guardialinee aveva già sbandierato il fuorigioco e Tomei si era ripetuto con un intervento strepitoso. Timidi segnali di risveglio dei rossoblù sul finire della prima frazione. Al 43′ Gattoni riceve palla in area, si gira e con il destro prova ad impegnare Franza. Tiro debole e palla neutralizzata dal numero uno silano. Al 45′ il Cosenza riapre i conti. Arcidiacono riceva palla fuori area sugli sviluppi di un corner e lascia partire un sinistro imprendibile da fuori area. Palla in buca e rete spettacolare per l’esterno rossoblù. Saranno quattro i minuti di recupero. Termina così la prima frazione. Continuano a cantare i mille spettatori giunti da Cosenza per spingere i Lupi alla vittoria. Squadra nuovamente in campo. Si riparte dal vantaggio del Sandonà. Subito una conclusione di Romano con palla alta sulla traversa. Risponde Lullaku. L’autore del gol si libera bene e scocca un tiro potente da fuori area. La palla termina addirittura in fallo laterale. I Lupi non ci stanno e si riversano in avanti. Provenzano prende palla e calcia dai venticinque metri. Palla fuori. Arbitraggio all’inglese del signor Di Martino. Al 49′ Provezano con un gran dribbling va via a Lavagnoli e serve Mosciaro. L’attaccante del Cosenza prova ad accentrarsi, salta Barbieri e viene atterrato al limite dell’area. Il direttore di gara fa segno di proseguire. Al 54′ Arcidiacono prova a ripetersi. Azione personale sulla sinistra, dribbling a rientrare e conclusione a giro verso il secondo palo. La preparazione è strepitosa ma la sfera fa la barba al palo. Cresce la spinta del Cosenza. Al 61′ i silani pareggiano i conti. Mosciaro su punizione disegna una parabola imprendibile che termina all’incrocio dei pali. Gol capolavoro del bomber silano che beffa Tomei e va a raccogliere l’abbraccio dei tifosi giunti ad Arezzo dalla città dei Bruzi. Al 65′ lancio di Nicheli per Miniati solo in area. Parisi con un anticipo perfetto anticipa il centrocampista del Sandonà. Intervento provvidenziale del capitano rossoblù. Al 68′ ci prova l’atro capitano, Casella, con un fendente dai venticinque metri che termina alto. Intanto il professore Bruni segue il riscaldamento dei giocatori silani. Napoli sta pensando ad un cambio. Al 72′ pericolosissimo cros di Nicheli per Gattoni solo in area. Rapisarda con un grande intervento di testa, anticipa l’avversario, recupera la sfera e rilancia l’azione silana.Un minuto dopo ancora Gattoni in proiezione offensiva. Parisi lo anticipa e fa ripartire l’azione. La palla termian sui piedi di Longobardi che viene atterrato da Zanella. Giallo per il difensore del Sandonà e punizione per i lupi da posizione centrale. Mosciaro si incarica della battuta ma la sfera termina alta. Primo cambio: fuori Provenzano e dentro Caputo. Crampi per Scigliano. Il difensore deve uscire in barella. Al suo posto in campo Bruno. Fasi confuse del match. Costretto ad uscire in barella anche Poscoliero. Al suo posto Ravaglini. All’85’ Romano va via a due avversari ed impegna Tomei con una violenta conclusione dalla distanza. Il portiere del Sandonà in due tempi blocca la sfera. Saranno cinque i minuti di recupero. Al 95′ esplode la gioia dei tifosi rossoblù. Varriale su punizione batte Tomei e da il via alla festa. Arriva il triplice fischio. Il Cosenza con una grande rimonta batte il Sandonà e vince i playoff. (Francesco Palermo)

Il tabellino:
COSENZA-SANDONA’ 3-2
COSENZA (4-4-1-1): Franza; Rapisarda, Scigliano (77′ Bruno), Parisi, Varriale; Arcidiacono, Salvino, Provenzano (73′ Caputo), Mosciaro; Romano; Longobardi. A disp.: Perri, Bruno, Potestio, Alassani, Biondo, Castellano, Caputo. All.: Napoli
SANDONA'(4-3-3): Tomei; Poscoliero (82′ Ravaglini), Barbieri, Miniati Zanette; Zanella, Lavagnoli, Casella; Nichele, Llullaku, Gattoni A disp.: Memo, Ravaglini, Buratto, Busatti, Babuin, Canton, Fantin. All.: Tedino
ARBITRO: Di Martino di Teramo
MARCATORI: 3′ Lullaku, 23′ Miniati, 45′ Arcidiacono, 61′ Mosciaro, 90+5 Varriale.
NOTE: Spettatori circa 1300 con almeno 800 tifosi rossoblù sugli spalti. Espulsi: -; Ammoniti: Varriale, Casella; Corner: 2-2; Recupero: 4′ pt, 5′ st.

Related posts