Tutte 728×90
Tutte 728×90

Leonetti: “Orientati a confermare il gruppo. Tutti hanno chiesto di restare”

Leonetti: “Orientati a confermare il gruppo. Tutti hanno chiesto di restare”

L’avvocato non parla esplicitamente di mercato, ma sottolinea: “Risceglierei i nostri calciatori tutta la vita, ma un’altra stagione con gli stessi problemi sarebbe intollerabile”.

leonetti_festeggiato_da_arcidiacono

L’avvocato Leonetti festeggiato da Arcidiacono domenica scorsa (foto mannarino)

La cena sociale offerta da Stefano Fiore ed Aristide Leonetti ieri sera, ha segnato il rompete le righe ufficiale della stagione 2011-2012. A fare il punto della situazione è proprio il manager dell’ex azzurro. “Invitare tutti era a mio avviso un atto doveroso a margine di un campionato lunghissimo. A tal proposito lasciatemi ringraziare lo spogliatoio con cui si è creato un feeling particolare, ma anche coloro i quali si sono spesi per il bene della causa rossoblù. Partendo da lontano penso ad Enzo Patania, per continuare con i collaboratori e con Tommaso Napoli. Per quanto riguarda i calciatori, sapete bene che abbiamo avuto il nostro da fare nel valutare prima le qualità umane e poi quelle tecniche. Immagino che anche i ragazzi si siano trovati bene a lavorare con me e Stefano: tutti hanno chiesto di poter rimanere a Cosenza. A prescindere da questo particolare, però, sottoscriverei da capo ogni scelta. Siamo orientati a confermare l’attuale gruppo, ma al momento è prematuro parlare di mercato”. C’è da risolvere l’intricata vicenda societaria, con l’area tecnica in attesa che i dirigenti si determinino sul futuro. Importante il passaggio che Leonetti dedica al sindaco, che presto dovrà spendersi nuovamente in ottica ripescaggio. “Senza l’interessamento di Occhiuto non avremmo avuto una squadra – spiega dalle colonne di Gazzetta del Sud –  Ha messo su un gruppo di professionisti in grado di far ripartire il movimento. Certo, per molti lavorare in ambito calcistico era una novità assoluta e alcuni hanno pagato lo scotto. Ovviamente rivivere anche nel prossimo torneo le stesse problematiche vissute in questo sarebbe intollerabile. Ad ogni modo non dubito che Guarascio venga meno agli impegni presi con i calciatori”. Capitolo Seconda divisione. “Ci crediamo fortemente alla luce del terremoto che sta scuotendo il mondo pallonaro. Tra instabilità economica e calcio-scommesse tanti club sono a serio rischio, noi dobbiamo prepararci ad ogni evenienza allestendo una società solida. L’intenzione è partire in ritiro entro la prima settimana di luglio. Anche se non dovessimo riuscire a completare il salto di categoria, vincendo i playoff siamo riusciti a far riavvicinare il nostro pubblico, cosa per nulla scontata. Dal Messina in poi è stato un crescendo meraviglioso”.  (gpd)

Related posts