Nuoto

Otto Nazioni: Italia battuta in semifinale. La finale è Ungheria-Montenegro

Il settebello azzurro non è riuscito nell’impresa di battere i forti ungheresi e deve accontentarsi di giocare la finale per il terzo posto. I montenegrini, invece, battono la Serbia e accedono alla finalissima.
Perez_al_tiro_Italia_Montenegro
La quarta giornata dell`Otto Nazioni ha visto cadere gli azzurri sotto i colpi dell`Ungheria. I ragazzi di Campagna non sono riusciti ad avere la meglio di un avversario che e` il primo candidato a conquistare la medaglia d`oro alle Olimpiadi di Londra. Gli ungheresi sono entrati in vasca combattivi ed hanno conquistato il primo quarto con il parziale di 2-1. Nel secondo e nel terzo quarto la gara e` stata equilibrata e i parziali sono terminati in parita` 2-2 e 3-3. Nell`ultimo quarto l`Italia ci ha provato ma l`Ungheria ha gestito bene la partita conquistando anche il parziale e fissando il risultato finale sul 10-7 accedendo cosi alla finalissima dove domani alle 18.30 trovera` il Montenegro che nell`altra semifinale ha battuto la Serbia per 12-8. Gli azzurri invece scenderanno in vasca alle 17 contro la Serbia per il terzo posto. Nelle semifinali per quinto posto l`Australia ha battuto il Kazakistan per 10-6 mentre il Canada ha avuto la meglio sulla Grecia per 10-9. Domani alle  10.30 Kazakistan e Grecia si affronteranno per il settimo posto, mentre alle 12 Australia e Canada si sfideranno per il quinto posto. D seguito i tabellini delle gare odierne. 

Kazakistan-Australia 6-10

Kazakistan: Maximov, Gubarev, Shakenov, Pilipenko, Panfili, Shmider 1, Ushakov 3, Ukumanov 2, Zhilyaev, Kokorin, Manafov, Gorovoy, Shvedov. All. Drozdov.
Australia: Dennerley, Campbell 1, Cleland 1, Cotterill, Younger 2, Beadsworth, Roach 1, McGregor 1, Whalan, Woods 1, Howden 3, Miller, Clark. All. Fox.
Arbitri: Terpenka (Can) e Margeta (Slo).
Note: parziali 1-2, 2-3, 0-2, 3-3. Espulsi con sostituzione Gubarev (K) a 6’47 del secondo tempo e Stevanovic (assistente tecnico Kazakistan) per proteste a 1’52 del quarto tempo.  Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Kazakistan 4/10, Australia 3/7. Spettatori 200 circa.

Canada-Grecia 10-9
Canada: Randall, Kubada, Vikalo 1, Constantine Bicari 1, Boyd 3, Robinson, Conway 1, Graham 3, Radojcic, Dakic 1, Gasic, McElroy, Aleksic. All. Beslin.
Grecia: Deligiannis, Mylonakis, Miralis, Kokkinakis 1, Chatzitheodorou 1, Theodoropoulos, Vlachopoulos, Delakas 1, Mourikis 1, Fountoulis 2 (1 rig.), Gounas 3, Voulgarakis, Galanidis. All. Andric.
Arbitri: Colominas (Spa) e Flahive (Aus).
Note: parziali 0-2, 3-3, 6-1, 1-3. Uscito per limite di falli Kubada (C) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Canada 5/7, Grecia 6/12 + un rigore trasformato. Spettatori 400 circa.

Montenegro-Serbia 12-8
Montenegro: Radic, Brguljan 1, Paskovic 1, Petrovic, Vukcevic, Radovic 2, Mladan Janovic 1, Nikola Janovic 1 (rig.), Ivovic 2, Zlokovic 1, Gojkovic 3, Jokic, Scepanovic. All. Perovic.
Serbia: Soro, Aleksa Sapohjic, Gocic, Eskert, Cuk 1, Mandic 1, Nikic, Aleksic 1, Radjen, Filipovic 3, Prlainovic 2 (1 rig.), Mitrovic, Luka Sapohjic. All. Udovicic.
Arbitri: Caputi (Ita) e Balfanbayev (Kaz).
Note: parziali 4-1, 3-2, 3-2, 2-3. Espulsi con sostituzione Aleksic (S) a 7’51 del secondo tempo e per brutalità Nikic (S) a 5’44 del terzo tempo. Ammonito Udovicic (allenatore Serbia) a 3’50 del terzo tempo. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Montenegro 4/8 + un rigore realizzato, Serbia 5/12 + un rigore realizzato. Spettatori 600 circa.

Ungheria-Italia 10-7
Ungheria: Nagy, Tamas Varga, Madaras 1, Denes Varga, Kasas, Hosnyanszky, Kiss 4, Szivos, Daniel Varga, Biros 3, Steinmetz 1, Kis 1, Baksa. All. Kemeny.
Italia: Tempesti, Perez, Gitto 1, Figlioli 2, Giorgetti 2, Felugo 1, Figari, Gallo, Presciutti 1, Fiorentini, Premus, Deserti, Marcz. All. Campagna.
Arbitri: Alexandrescu (Rou) e Koganov (Aze).
Note: parziali 2-1, 2-2, 3-3, 3-1. Usciti per limite di falli Hosnyanszky (U) a 1’14 e Szivos (U) a 5’12 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Ungheria 5/9, Italia 6/13. Ammonito Campagna (CT Italia) per proteste a 7’58 del quarto tempo. Spettatori 1500 circa. Osservato un minuto di raccoglimento in memoria dell’ufficiale di gara Antonio Amendola. Bengala, fuochi d’artificio e centinaia di palloncini blu hanno accompagnato le squadre in vasca.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina