Tutte 728×90
Tutte 728×90

Otto Nazioni: Italia battuta in semifinale. La finale è Ungheria-Montenegro

Otto Nazioni: Italia battuta in semifinale. La finale è Ungheria-Montenegro

Il settebello azzurro non è riuscito nell’impresa di battere i forti ungheresi e deve accontentarsi di giocare la finale per il terzo posto. I montenegrini, invece, battono la Serbia e accedono alla finalissima.
Perez_al_tiro_Italia_Montenegro
La quarta giornata dell`Otto Nazioni ha visto cadere gli azzurri sotto i colpi dell`Ungheria. I ragazzi di Campagna non sono riusciti ad avere la meglio di un avversario che e` il primo candidato a conquistare la medaglia d`oro alle Olimpiadi di Londra. Gli ungheresi sono entrati in vasca combattivi ed hanno conquistato il primo quarto con il parziale di 2-1. Nel secondo e nel terzo quarto la gara e` stata equilibrata e i parziali sono terminati in parita` 2-2 e 3-3. Nell`ultimo quarto l`Italia ci ha provato ma l`Ungheria ha gestito bene la partita conquistando anche il parziale e fissando il risultato finale sul 10-7 accedendo cosi alla finalissima dove domani alle 18.30 trovera` il Montenegro che nell`altra semifinale ha battuto la Serbia per 12-8. Gli azzurri invece scenderanno in vasca alle 17 contro la Serbia per il terzo posto. Nelle semifinali per quinto posto l`Australia ha battuto il Kazakistan per 10-6 mentre il Canada ha avuto la meglio sulla Grecia per 10-9. Domani alle  10.30 Kazakistan e Grecia si affronteranno per il settimo posto, mentre alle 12 Australia e Canada si sfideranno per il quinto posto. D seguito i tabellini delle gare odierne. 

Kazakistan-Australia 6-10

Kazakistan: Maximov, Gubarev, Shakenov, Pilipenko, Panfili, Shmider 1, Ushakov 3, Ukumanov 2, Zhilyaev, Kokorin, Manafov, Gorovoy, Shvedov. All. Drozdov.
Australia: Dennerley, Campbell 1, Cleland 1, Cotterill, Younger 2, Beadsworth, Roach 1, McGregor 1, Whalan, Woods 1, Howden 3, Miller, Clark. All. Fox.
Arbitri: Terpenka (Can) e Margeta (Slo).
Note: parziali 1-2, 2-3, 0-2, 3-3. Espulsi con sostituzione Gubarev (K) a 6’47 del secondo tempo e Stevanovic (assistente tecnico Kazakistan) per proteste a 1’52 del quarto tempo.  Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Kazakistan 4/10, Australia 3/7. Spettatori 200 circa.

Canada-Grecia 10-9
Canada: Randall, Kubada, Vikalo 1, Constantine Bicari 1, Boyd 3, Robinson, Conway 1, Graham 3, Radojcic, Dakic 1, Gasic, McElroy, Aleksic. All. Beslin.
Grecia: Deligiannis, Mylonakis, Miralis, Kokkinakis 1, Chatzitheodorou 1, Theodoropoulos, Vlachopoulos, Delakas 1, Mourikis 1, Fountoulis 2 (1 rig.), Gounas 3, Voulgarakis, Galanidis. All. Andric.
Arbitri: Colominas (Spa) e Flahive (Aus).
Note: parziali 0-2, 3-3, 6-1, 1-3. Uscito per limite di falli Kubada (C) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Canada 5/7, Grecia 6/12 + un rigore trasformato. Spettatori 400 circa.

Montenegro-Serbia 12-8
Montenegro: Radic, Brguljan 1, Paskovic 1, Petrovic, Vukcevic, Radovic 2, Mladan Janovic 1, Nikola Janovic 1 (rig.), Ivovic 2, Zlokovic 1, Gojkovic 3, Jokic, Scepanovic. All. Perovic.
Serbia: Soro, Aleksa Sapohjic, Gocic, Eskert, Cuk 1, Mandic 1, Nikic, Aleksic 1, Radjen, Filipovic 3, Prlainovic 2 (1 rig.), Mitrovic, Luka Sapohjic. All. Udovicic.
Arbitri: Caputi (Ita) e Balfanbayev (Kaz).
Note: parziali 4-1, 3-2, 3-2, 2-3. Espulsi con sostituzione Aleksic (S) a 7’51 del secondo tempo e per brutalità Nikic (S) a 5’44 del terzo tempo. Ammonito Udovicic (allenatore Serbia) a 3’50 del terzo tempo. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Montenegro 4/8 + un rigore realizzato, Serbia 5/12 + un rigore realizzato. Spettatori 600 circa.

Ungheria-Italia 10-7
Ungheria: Nagy, Tamas Varga, Madaras 1, Denes Varga, Kasas, Hosnyanszky, Kiss 4, Szivos, Daniel Varga, Biros 3, Steinmetz 1, Kis 1, Baksa. All. Kemeny.
Italia: Tempesti, Perez, Gitto 1, Figlioli 2, Giorgetti 2, Felugo 1, Figari, Gallo, Presciutti 1, Fiorentini, Premus, Deserti, Marcz. All. Campagna.
Arbitri: Alexandrescu (Rou) e Koganov (Aze).
Note: parziali 2-1, 2-2, 3-3, 3-1. Usciti per limite di falli Hosnyanszky (U) a 1’14 e Szivos (U) a 5’12 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Ungheria 5/9, Italia 6/13. Ammonito Campagna (CT Italia) per proteste a 7’58 del quarto tempo. Spettatori 1500 circa. Osservato un minuto di raccoglimento in memoria dell’ufficiale di gara Antonio Amendola. Bengala, fuochi d’artificio e centinaia di palloncini blu hanno accompagnato le squadre in vasca.

Related posts