Nuoto

Otto Nazioni: L’Italia si congeda con vittoria e terzo posto

Il settebello azzurro dopo una gara equilbrata e combattuta batte la Serbia 10-7 e conquista il podio. In corso la finale per il primo posto tra Ungheria e Montenegro
Valentino_Gallo_tiro_Italia_Montenegro
L’Italia dopo una gara combattutissima ha la meglio della Serbia nella finale per il terzo posto. Il settebello azzurro saluta Cosenza e il suo pubblico con una grande prestazione e con una vittoria di prestigio in vista delle Olimpiadi di Londra. L’Italia campione del mondo schiera Pastorino in porta nei primi due tempi, e Giacoppo e Rizzo nei tredici. Un tiro di rigore di Rizzo e una superiorità numerica trasformata da Felugo consentono al Settebello di chiudere il primo tempo sul 2-1 e di rispondere al momentaneo pareggio di Mandic. Il secondo quarto inizia con le due squadre più dinamiche in vasca. A 1’06 Sapohjic pareggia sfruttando la superiorità numerica. Passa circa un minuto e gli azzurri si riportano in vantaggio con Figlioli. La Serbia non ci sta e con Filipovic riacciuffa il pari. L’Italia ha ottime opportunità per andare in rete ma non vengono sfruttate al meglio. La serbia a questo punto si fa coraggio e trova il vantaggio ancora con Filipovic.  Il  vantaggio serbo dura solo pochi secondi perché Giorgetti  prima trova il pari su rigore e poi il vantaggio terminando il secondo quarto sul 5-4 per l’Italia. Nel terzo tempo la serbia spinge e con  Aleksa Sapohjic pareggia a 1’26 del terzo tempo Gli Azzurri premono, mantengono più volte il possesso in attacco e, pur fallendo la quinta superiorità numerica , vanno avanti con Rizzo dal perimetro a 4’24. Giorgetti ha la palla del +2 in controfuga, ma si oppone Pijetlovic. Prlainovic segna in superiorità numerica il 6-6 a 6’42, ma Presciutti a 7’58 porta la partita al quarto tempo sul 7-6.
A inizio quarto tempo Giorgetti, ancora su rigore, dà il primo doppio vantaggio all’Italia (8-6), subito ricucito da Cuk. Tempesti si oppone al pari salvando una grande occasione dei serbi e Felugo anticipa la difesa avversaria per il 9-7 a 3’10. L’Italia difende bene e chiude la partita con Marcz in controfuga a 35″ dalla sirena per il 10-7. 

Serbia-Italia 7-10
SERBIA: Pijetlovic, Aleksa Sapohjic 2, Gocic, Eskert, Cuk 1, Mandic 1, Aleksic, Radjen, Filipovic 2, Prlainovic 1, Mitrovic, Luka Sapohjic. All. Udovicic.
ITALIA: Pastorino, Giacoppo, Gitto, Figlioli 1, Giorgetti 3 (2 rig.), Felugo 2, Marcz 1, Rizzo 2 (1 rig.), Presciutti 1, Fiorentini, Premus, Deserti, Tempesti. All. Campagna.
ARBITRI: Alexandrescu (Rou) e Flahive (Aus).
NOTE: parziali 1-2, 3-3, 2-2, 1-3 Uscito per limite di falli Prlainovic (S) a 7’58 del terzo tempo. Espulsi Udovicic (coach Serbia) e Attolico (team manager Italia) per proteste tra il secondo e il terzo tempo. Entrato Tempesti (I) per Pastorino a inizio terzo tempo. Superiorità numeriche: Serbia 4/9, Italia 3/6 + 3 rigori trasformati. Fiorentini (I) abbandona la partita alla fine del primo tempo per un colpo nella zona oculare destra. Spettatori 600 circa.

 

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina