Tutte 728×90
Tutte 728×90

Hinterreggio in Lega Pro. Trovato l’accordo con la Reggina

Hinterreggio in Lega Pro. Trovato l’accordo con la Reggina

Per ferma volontà del sindaco Arena i due sodalizi dello Stretto si sono dovuti stringere la mano. Il Cosenza a questo punto può sperare solo nelle disgrazie della Vallée d’Aoste.

hinterreggio_festa

I biancazzurri hanno tutte le ragioni per esultare: giocheranno in Lega Pro


Foti e Pellicanò si sono stretti la mano davanti al sindaco Arena. La città di Reggio Calabria, pertanto, avrà due squadre professionistiche che giocheranno allo stadio “Oreste Granillo”. L’Hinterreggio così tira un sospiro di sollievo dopo che in prima istanza la Lega Pro aveva rigettato l’iscrizione per la nota vicenda relativa all’impianto di gioco. Il tavolo istituzionale era stato convocato inizialmente per ieri pomeriggio, ma il patron Lillo Foti era a Milano per impegni di calciomercato. L’oggetto del contendere, che aveva fatto minacciare alla neopromossa società biancazzurra di non formulare alcun ricorso per l’ammissione in Seconda divisione, era lo stadio. Pellicanò aveva ritenuto troppo alte le richieste della ben più blasonata società amaranto e non aveva intenzione di firmare accordi che a suo dire penalizzavno il club da lui presieduto. Foti invece pretendeva garanzie concrete che l’impianto non subisse danni. A sbrogliare la matassa è stato il sindaco Arena che ha imposto una tregua armata ai due club, sottolineando che per il Comune l’Hinterreggio ha gli stessi diritti della Reggina. La fumata bianca permette alla società di Pellicanò di avere il via libera per l’utilizzazione del “Granillo”, ma adesso il problema riguarda la tempistica. Mancano infatti due giorni alla consegna della documentazione (entro le 13 di lunedì), un ostacolo non semplice da superare. Per il momento però, dopo giorni di tensioni e timori, in riva allo Stretto arriva un sospiro di sollievo. Il Cosenza, a questo punto, dovrà “concentrarsi” sulla Vallée d’Aoste che deve risolvere grane non da poco di carattere finanziario. Se le superasse, Macalli ha già detto ai microfoni di cosenzachannel.it che sarà concessa la deroga per Ivrea. In quel caso i Lupi resterebbero inesorabilmente in serie D. (Luigi Brasi)

Related posts