Pallavolo

Pallavolo, per Cosenza si aprono le porte della B1

Il vice-presidente della DeSetaCasa Andrea Amato dopo il ripescaggio: “Finalmente siamo tornati in un campionato più consono alla nostra storia”.

malluzzo_schiacciatore

Lo schiacciatore Antonio Malluzzo giocherà ancora con i rossoblù

La notizia del ripescaggio e dell’inserimento della DeSetaCasa Cosenza nel girone centro-meridionale della B1 maschile è stata accolta con grande entusiasmo sia tra i dirigenti e gli sponsor che tra i tifosi più accaniti e tra i semplici simpatizzanti della squadra allenata da Zoran Jeroncic. La Città dei Bruzi ha sofferto questi anni di lontananza dalla pallavolo che conta “ed ora, finalmente, siamo usciti dal purgatorio delle serie inferiori per tornare in campionati che più ci competono” come ha dichiarato il vice-presidente della DeSetaCasa Cosenza, Andrea Amato. Un passato recente da pallavolista – ha fatto tutta la trafila nel vivaio rossoblù fino ad arrivare a disputare la B1 nel 2005 – ed una passione smisurata per questa disciplina sportiva trasmessagli dalla famiglia in cui è cresciuto a “pane e pallavolo”, come si suol dire, il giovane dirigente del sodalizio silano ha voluto commentare a caldo il ripescaggio del suo adorato club nel principale campionato cadetto. “La crisi economica ha investito in pieno il Paese e purtroppo uno sport in cui non girano molti soldi come la pallavolo ne ha risentito particolarmente – questo il pensiero del dirigente sull’ecatombe che ha colpito la pallavolo – basti pensare a come un club glorioso come la Sisley Treviso sia stato costretto a chiudere i battenti. La nostra società si è sempre contraddistinta per essere seria e per l’aver rispettato sempre gli impegni presi e non mi stupisce affatto che la Lega ci abbia subito preso in considerazione per un ripescaggio nella categoria superiore. Questo è il giusto premio ad oltre vent’anni di duro lavoro sia in ambito regionale che in ambito nazionale”. Certo, qualche sponsorizzazione in più non sarebbe certo sgradita dalle parti di via Liceo, visto il periodo di magra che caratterizza il volley tricolore. Anzi, il vice-presidente ha colto l’occasione per compiere un’ulteriore digressione sulla crisi della pallavolo italiana: “Ogni aiuto è ben accetto. Se venisse fuori qualche azienda del meridione interessata a farsi conoscere tramite la nostra società noi non ci tireremmo certo indietro, soprattutto alla luce della sempre maggiore importanza rivestita dagli sponsor nello sport e dal ruolo che questo riveste nell’apertura di nuovi mercati”. L’impegnativo torneo che la DeSetaCasa Cosenza si appresta a disputare non spaventa di certo il vice-presidente Amato : “Faremo una B1 di grande livello. Non abbiamo alcuna intenzione di andare a rimediare figuracce in giro per l’Italia e la nostra dirigenza è già impegnata a scandagliare il mercato alla ricerca del giusto mix tra giovani ed esperti con cui affrontare questo campionato e, perché no, toglierci qualche soddisfazione”. Il discorso è scivolato poi sulla crescente attenzione e sull’entusiasmo ritrovato in città per le sorti dei rossoblù : “Il pubblico cosentino, tranne i fedelissimi, ha sempre seguito la pallavolo a sprazzi, principalmente in concomitanza di buoni campionati e buoni risultati. Per fortuna questo andazzo è in netto calo ultimamente ed il palazzetto, specie nell’ultimo torneo di B2, ha ricominciato a riempirsi come negli anni migliori. Anzi, il calore sempre maggiore dei cosentini verso a questo sport e verso la nostra società non può che farci piacere, soprattutto visto che le altre discipline sportive della città sono cadute in bassa fortuna e stentano a rimettersi in piedi. Non credo – conclude Andrea Amato – di commettere un errore se definisco la DeSetaCasa Cosenza Pallavolo come la principale realtà sportiva della città e del suo hinterland”. (m. c.)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina