Tutte 728×90
Tutte 728×90

Dov’è il Cosenza?

Dov’è il Cosenza?

– l’editoriale di Piero Bria – 
Che utilità ha andare da Abete quando non si ha un’anima ed un corpo? Come sempre siamo ridotti ad elemosinare calcio o una società strutturata in maniera normale.

palazzo_dei_bruzirossobl

Palazzo dei Bruzi si rivelerà ancora una volta decisivo per le sorti dei Lupi?

Il rischio di essere ripetitivi è alto. Poco importa. Per quanto sarà possibile, nel nostro piccolo, solleciteremo con insistenza sempre maggiore Guarascio ed il suo entourage.
Del resto è stato il presidente del Cosenza a dire che “dopo il responso del Consiglio Federale saremo operativi in tutto e per tutto”. Peccato che, a distanza di una settimana circa, nulla sia avvenuto. Fermo, tutto. Ed è inaccettabile. Inutile far passare l’incontro tra Fiore, Occhiuto e Abete come momento topico per poter iniziare a pensare alla prossima stagione.
Il Cosenza, così come avvenuto un anno fa, sarà costretto a fare tutto di fretta. E la colpa sarà della dirigenza. Un anno fa si partiva con l’attenuante dei “novelli”. E oggi? A cosa dobbiamo l’immobilismo?
Perché il Cosenza – in data 24 luglio 2012 – non esiste. Non ha una squadra, non ha un allenatore. Ed è inutile andare da Abete o chicchessia senza avere un’anima ed un corpo.
E’ paradossale sapere che la Macron invia materiale seppur, ad oggi, la società non abbia ancora ratificato l’accordo con il noto marchio bolognese. Pensate un po’. Gli altri si attivano e si mettono a disposizione di una società che latita. Assurdo.
Possibile che siamo costretti ad elemosinare calcio o una società strutturata in maniera normale e che sia operativa? Purtroppo il tempo per sedersi ed ascoltare i motivi che hanno indotto Guarascio ad assumere un simile atteggiamento sono finiti.
Il politichese è passato di moda.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it