Tutte 728×90
Tutte 728×90

Roberto Occhiuto scrive al Ministro Gnudi che risponde: “Ho già avvertito Abete”

Roberto Occhiuto scrive al Ministro Gnudi che risponde: “Ho già avvertito Abete”

L’onorevole: “La Nuova Cosenza Calcio sarà ingiustamente esclusa dal campionato di Lega Pro a causa della strana concessione ad altra società di una deroga (non prevista dal regolamento e mai disposta prima) ai requisiti strutturali ed economico finanziari”.

OCCHIUTO_ROBERTO

Roberto Occhiuto, vicepresidente della Commissione Bilancio alla Camera

Dopo le nuove dichiarazioni di Macalli (clicca qui), non si placa la fame di giustizia che anima il Cosenza e la città di Cosenza. Anche Roberto Occhiuto, fratello del sindaco Mario e Vicepresidente della Commissione Bilancio alla Camera dei Deputati, ha inteso promuovere un’interrogazione parlamentare sulla vicenda della mancata ammissione del Cosenza al campionato di Seconda divisione. Si è rivolto direttamente a Piero Gnudi,  Ministro per il Turismo, per lo Sport e per gli Affari Regionali del governo Monti. “Gentile Ministro – scrive Occhiuto nella sua lettera – mi permetto di sottoporre alla sua cortese attenzione, per ogni utile e consentito interessamento, una vicenda estremamente grave che riguarda la squadra di calcio della mia città e che rischia di rappresentare una pagina opaca del modo di procedere delle autorità sportive. Si tratta della Nuova Cosenza Calcio che sarà ingiustamente esclusa dal campionato di Lega Pro a causa della strana concessione ad altra società di una deroga (non prevista dal regolamento e mai disposta prima) ai requisiti strutturali ed economico finanziari, fissati dalla stessa Federazione ai fini dell’ammisisone al campionato di Seconda divisione. Le allego, ad ogni buon conto, l’interrogazione depositata in data odierna che specifica nel dettaglio i termini della questione che vede coinvolta anche la Vallée d’Aoste, società che pur in mancanza degli essenziali requisiti economico-strutturali, ma in virtù della deroga summenzionata, è stata iscritta al campionato di Lega Pro in danno alla Nuova Cosenza. La informo che sulla vicenda è pendente un ricorso presentato dalla Nuova Cosenza. Sono certo che un suo autorevole intervento potrebbe fornire alle istituzioni sportive, già alle prese con scandali ed inchieste di altro genere, l’occasione per dimostrare la loro vitalità e il loro rigore nel rispetto delle regole”. Nel testo completo dell’interrogazione parlamentare, che il Ministro ha comunicato di aver girato alle competenti autorità sportive perché possano valutare al meglio ogni elemento della questione, ha sottolineato di aver già telefonato al numero uno della Figc Giancarlo Abete per chiedergli di valutare ogni elemento della questione. (Luigi Brasi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it