Tutte 728×90
Tutte 728×90

Marano-Arcidiacono, il “ballo del San Vito” atto secondo

Marano-Arcidiacono, il “ballo del San Vito” atto secondo

Andrea ieri pomeriggio ha trovato l’accordo con il Cosenza grazie ad una scelta di cuore, mentre stasera “Biccio” arriverà in città. Anche suo fratello Salvo diventerà rossoblù.

ballo_marano-arcidiacono

Andrea Marano e Pietro Arcidiacono nella loro esultanza preferita (foto mannarino)

Dopo aver aspettato un mese e mezzo, la storia d’amore di Andrea Marano (27) con la sua squadra del cuore non poteva finire dalla sera alla mattina. Ecco perché, nonostante il pressing asfissiante di una paio di società, il “mago” vestirà ancora la maglia rossoblù. Nel Lazio Marano è molto apprezzato e di lui si ricordano in molti per le giocate regalate ai sostenitori del Pomezia. A testimonianza di ciò, negli ultimi giorni gli è arrivata una consistente offerta dell’Anziolavinio che faceva il verso a quella del Matera, recapitata nelle settimane precedenti. La paura di ripetere nuovamente quanto accaduto la stagione scorsa, quando a furia di aspettare il Cosenza alla fine il Pordenone lo mise sotto contratto, era viva. Invece ieri pomeriggio l’estroso mancino ha raggiunto l’accordo con il sodalizio di Viale Magna Grecia e, come già fatto in precedenza da Manolo Mosciaro (27), ha accettato una riduzione pur di continuare a regalare assist vincenti ai compagni. Anche quest’anno, pertanto, i tifosi dei Lupi potranno apprezzare il “ballo del San Vito”, la danza coniata dallo stesso Marano in tandem con Pietro Arcidiacono (24) in uno dei loro momenti di lucida follia all’interno dello spogliatoio. Il fantasista catanese arriverà stasera in città per mettere nero su bianco un accordo verbale che già esiste da tempo e per presentarsi domani pomeriggio alle 16 al raduno. La novità è che non sarà solo, ma si porterà dietro il fratello Salvo (18), ex Città di Messina. Si tratta di un esterno sinistro che, pur avendo iniziato la carriera da seconda punta, ha giostrato nell’ultimo periodo da mezzala classica. Nessun problema nemmeno per Varriale, Parisi e Adriano Fiore. Nel primo giorno di precampionato dovrebbero aggregarsi al gruppo anche Mario Bria (18) del Catania, Mattia Gagliardi (19) del Bari e l’ex Lorenzo Franzese (19). Luca Potestio (23), Giuseppe Caputo (24) e Daniele Biondo (21) dovranno convincere il nuovo tecnico durante il ritiro.  (Luigi Brasi)

Related posts