Tutte 728×90
Tutte 728×90

Alla scoperta del Girone I: le avversarie del Cosenza (2/3)

Alla scoperta del Girone I: le avversarie del Cosenza (2/3)

La Vibonese stenta ad ingranare la marcia giusta, mentre il neopromosso Montalto nutre ambizioni. Il Palazzolo ha rivoluzionato la rosa, Tiscione ha salutato Licata. A Noto c’è voglia di conferma, il Ribera invece è tutto da scoprire.

sifonetti_montalto

Sifonetti con la maglia del Montalto durante il ritiro a Casole (foto rosito)

Seconda parte del nostro viaggio attraverso il girone I della serie D. In Calabria, retrocesse Acri, Valle Grecanica ed Interpiana, le squadre nuove sono Vibonese e Montalto. I rossoblù pagano lo scotto della sconfitta nello spareggio playout con il Mantova in Seconda divisione, mentre i biancazzurri hanno dominato il torneo di Eccellenza. Il patron degli ipponici Pippo Caffo ha affidato la panchina a Soda, ma non è ancora partito con il mercato vero. Squadra invece già pronta a Montalto. In Sicilia il Palazzolo ha cambiato totalmente volto, ma Cacciola ha ricevuto in dono buoni elementi, a Noto il club vuole confermare i risultati positivi dello scorso campionato. A Licata brucia molto l’addio di Tiscione, ma Pasca e Zaminga non lo faranno rimpiangere. Tutto da scoprire il Ribera. Ecco però nel dettaglio la presentaizone delle sei squadre in questione che i Lupi dovranno affrontare strada facendo. (Antonello Greco)

VIBONESE:
Dopo anni trascorsi tra i professionisti la Vibonese ritorna ad affrontare un campionato di Serie D dopo aver perso lo scorso anno i play-out di Lega Pro contro il Mantova. La società calabrese ha deciso di avviare in questa stagione un progetto dedicato principalmente ai giovani. Inizialmente la panchina era stata affidata a Tommaso Napoli. Il tecnico ex Cosenza però, dopo pochi giorni non convinto del progetto ha deciso di lasciare. Al suo posto è stato chiamato Antonio Soda. L’obiettivo della formazione calabrese sarà quello di disputare un campionato tranquillo e chissà magari di raggiungere la zona play-off.
MONTALTO: Il presidente De Caro non ha badato a spese ed ha dato carta bianca al ds Russo. Il Montalto, da neopromossa, potrà togliersi qualche soddisfazione agli ordini di Giovanni Paschetta. Nei piani del club c’è l’intenzione di veleggiare alle spalle delle compagini più organizzate. L’arrivo di Ramunno, Ginobili, Sifonetti e e Cicino hanno sortito l’effetto di rinforzare ogni reparto dei biancazzurri. Va risolta la grande dello stadio: l’inizio di campionato verrà disputato a Paola sul sintetico.
PALAZZOLO: Il Palazzolo, rispetto alla passata stagione, ha praticamente cambiato tutta la rosa prendendo Impallari, Occhipinti, Ike, Fascetto, Cunsolo, Profeta e Messina. La società gialloverde si è mossa molto sul mercato cercando di regalare al coach Cacciola una rosa in grado di dare filo torcere a tutte le avversarie. L’obiettivo della società del presidente Cutrufo è quello di confermare le cose buone fatte vedere nella passata stagione e magari di lottare al vertice della classifica insieme alle formazioni blasonate del girone.
NOTO: Il Noto dopo la bella stagione vissuta la scorso anno con il raggiungimento della metà classifica si appresta a rituffarsi nuovamente nel campionato di Serie D. A guidare i netini in questa stagione ci sarà mister Galfano. L’obiettivo per la formazione granata per il campionato di Serie D 2012/2013 sarà quello di raggiungere al più presto la salvezza e poi togliersi diverse soddisfazioni.
LICATA: Il confermato tecnico Balsamo ha dovuto fare i conti con la perdita di Pippo Tiscione, l’ultimo capocannoniere del girone, finito al Città di Messina. Per sostituirlo, è stato ingaggiato Pasca dall’Adrano. Aver mantenuto in rosa Riccobono e Grillo e aver ingaggiato Zaminga, tuttavia, è stato già un passo importante. I gialloblù dovrebbero navigare a centro classifica, sperando di potersi affacciare nelle zone che contano qualora si verificassero una serie di situazioni favorevoli.
RIBERA: La neopromossa siciliana vuole conquistare la salvezza. Per farlo punterà sul nucleo di calciatori che ha trionfato nel campionato di Eccellenza e sui nuovi Erbini (ex Vigor Lamezia), Casisa (già in Prima divisione a Pagani), Matinella e Omolade. Si aggiungono ad una sfilza di giovani di belle speranze. L’allenatore del Ribera è Salvatore Bruccoleri, una vita nelle categorie minori dell’Isola.
clicca qui per la prima parte
clicca qui per la terza parte

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it