Tutte 728×90
Tutte 728×90

Bisogna battere il ferro finché è caldo

Bisogna battere il ferro finché è caldo

l’editoriale di Piero Bria
L’accordo tra Guarascio e Candelieri per il settore giovanile può essere l’inizio della svolta. A Fiore toccherà il compito più difficile: riconquistare la provincia.

dirigenza_e_area_tecnica

Il presidente Guarascio insieme all’avv. Leonetti e al direttore Stefano Fiore

E’ noto che il fabbro per forgiare il ferro deve batterlo sull’incudine al momento giusto, ossia quando è rovente. In senso lato il proverbio significa che bisogna approfittare delle occasioni favorevoli per poter ottenere, con maggiore sicurezza, ciò che si desidera.
Un proverbio che fa al caso del Cosenza. Dopo aver chiuso l’accordo sul settore giovanile l’impressione è che da queste parti il vento stia cambiando. La stagione scorsa è servita per capire che, soltanto utilizzando le risorse a disposizione, si può trovare stabilità. Il lavoro di Fiore, Leonetti e Candelieri con il settore giovanile è stato perfetto. Da stropicciarsi gli occhi. Messo in discussione da chi, probabilmente per invidia, ha cercato di far saltare il banco senza pensare minimamente ai grandi benefici che il movimento potesse portare in riva al Crati. Detto questo è inutile nascondere che dall’accordo stipulato ci si aspetti molto. I giovani sono linfa vitale. E crescere al fianco di un campione come Stefano Fiore è cosa più unica che rara. Toccherà a Guarascio dimostrare di essere persona concreta e soprattutto utile alla causa. Ma questo solo il tempo lo dirà. Ritorniamo sulla figura di Fiore. All’ex nazionale toccherà il compito più difficile. Del resto il nome è sinonimo di serietà e professionalità. Ricordate il discorso sul dover riconquistare la fiducia e l’amore della provincia? Toccherà a Fiore l’arduo compito. Fidelizzare e far si che il Cosenza ritorni padrone della propria terra. Per farlo ci sarà bisogno di tempo, costanza e quella credibilità persa negli anni a causa di personaggi dediti più al soldo che non alla crescita e allo sviluppo di una terra talmente bella e ricca quanto dannata. Il ferro bisogna batterlo ora che è caldo. Solo così potremo tenere lontano chi, ancora oggi, cerca di ostacolare il progetto di rinascita.

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it