Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi chiude il ritiro: “Cosenza sul mercato, ma sono soddisfatto”

Gagliardi chiude il ritiro: “Cosenza sul mercato, ma sono soddisfatto”

Il tecnico spiega: “La necessità è prendere un portiere, mentre centrocampista ed attaccante sarebbero le ciliegine sulla torta”. Sul modulo: “La difesa a tre figlia di un reparto coriaceo”.

gagliardi_in_ritiro

Gianluca Gagliardi esordirà il 2 settembre sulla panchina dei Lupi (foto mannarino)

Al termine del ritiro di Lorica l’allenatore del Cosenza Gianluca Gagliardi appare molto soddisfatto. Non ha smesso un attimo di lavorare e si è confrontato su ogni punto con il proprio staff e con i responsabili dell’area tecnica. “Ho avuto la conferma di avere a disposizione un gruppo di ragazzi eccezionale sia sotto il punto di vista dell’attaccamento ai colori sociali che della professionalità – spiega – La serietà caratteriale e l’abnegazione mostrata giorno dopo giorno dagli atleti in organico sono una fortuna non solo per me che li alleno, ma per l’intera città”. La rosa non è completa ed il trainer aspetta che le caselle vacanti vengano riempite dagli elementi che fanno al caso dei rossoblù. “Abbiamo delle necessità, una delle quali è nota a tutti e riguarda il portiere (si aspetta Franza, ndr). Le altre potrebbero essere le ciliegine sulla torta qualora ci siano la possibilità e l’occasione di ingaggiare un centrocampista di qualità e un attaccante. Alla prima giornata giocheremo senza Arcidiacono squalificato, ma è pur vero che ho chiesto alla società di non prendere nessuno a scatola chiusa”. Dal discorso in questione esulano gli under. “Essendo partiti un po’ in ritardo siamo stati costretti a fare una selezione, anche in occasione dell’ultima partitella in Sila, che ci ha portato via del tempo”. Il marchio di fabbrica di Gagliardi sembra essere il 4-3-3, ma non sono mancati gli esperimenti per un nuovo modulo: il 3-5-2. “Dipende sempre dai giocatori che si avranno a disposizione. Io cerco di mettere in campo un undici con la migliore organizzazione di gioco possibile, sempre mantenendo un equilibrio di fondo. La difesa a tre? Avendo la fortuna di poter disporre di un pacchetto arretrato composto da gente esperta, navigata e con grande cattiveria agonistica può essere un’altra soluzione”. Col rientro al Sanvitino cambierà tutto. “Sabato ci sarà la famosa rigenerazione e poi ci prepareremo all’amichevole che disputeremo il giorno dopo. Con chi? E’ ancora da decidere, forse contro una selezione locale. Da lunedì invece vivremo la normale settimana di campionato”.   (Luigi Brasi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it