Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, Guarascio e Quaglio negli spogliatoi

Cosenza, Guarascio e Quaglio negli spogliatoi

Presidente ed amministratore delegato hanno parlato prima con la squadra e poi con i responsabili dell’area tecnica. La giovane ala Libertini (’93) verso il tesseramento. 

libertini_al_sanvitino

Andrea Libertini mentre si allena al Sanvitino agli ordini di Gagliardi (foto mannarino)

Il presidente Eugenio Guarascio e l’amministratore delegato Domenico Quaglio oggi pomeriggio hanno fatto visita alla squadra e poi si sono intrattenuti a lungo con i responsabili dell’area tecnica. Sono entrati negli spogliatoi per parlare con la squadra prima dell’inizio del campionato ed augurare loro un buon lavoro in vista del duello che daranno vita col Messina. L’obiettivo del Cosenza, inutile ribadirlo, è la promozione in Seconda divisione che potrà avvenire soltanto conquistando il primato. Guarascio e Quaglio hanno parlato alla presenza di Candelieri, sempre più importante anche per quanto concerne la prima squadra, e dei responsabili dell’area tecnica. Proprio con Fiore e Leonetti i due hanno dato vita ad un lungo incontro nel ventre del San Vito, come anticipato qualche giorno fa, programmato già da tempo. C’era da fare il punto della situazione e mettere i puntini sulle “ì” circa i criteri di gestione della società. Sarà fondamentale evitare di ripetere gli errori commessi in passato dato che soltanto con una forte unità d’intenti si potrà contrastare lo strapotere economico dei Lo Monaco. Il faccia a faccia è durato quasi due ore e in un breve lasso di tempo ha partecipato anche il vecchio dirigente accompagnatore Marcello Olivito: riceverà un nuovo incarico? Intanto si è aggregato ai compagni il portiere dei Lupi Alen Frlez (18) proveniente dal Chievo: grazie alla sua statura di 194 cm svettava sui compagni ed era facilmente riconoscibile. Il centrocampista esterno Andrea Libertini (19), infine, dovrebbe essere tesserato nelle prossime ore. Proviene dalla Virtus Casarano ed è riuscito a convincere Gagliardi e i direttori sportivi rossoblù.  (Luca Sini)

Related posts