Cosenza Calcio

Vitter, Nastri e Catalano guardano tutti dall’alto

I tecnici di Savoia, Agropoli e Acr Messina si godono il primato e la grande concretezza sotto porta che le rispettive squadre hanno mostrato. E che scontro domenica al San Filippo.

vitter_savoia

Pasquale Vitter del Savoia si gode un gran pubblico e bomber Incoronato

Savoia, Agropoli e Acr Messina sono le uniche tre squadre a punteggio pieno nel girone I della Serie D. Hanno segnato più gol di tutti (cinque le due campane, uno in meno i peloritani) infiammando le rispettive tifoserie che sognano già in grande. A Torre Annunziata, per la sfida contro il Palazzolo, c’erano 3500 spettatori che hanno trasformato il Giraud in un catino infuocato come ai tempi dei derby col Napoli. “E’ stata un’emozione grandissima esordire in casa davanti a questo pubblico fantastico – spiega Pasquale Vitter, tecnico dei bianconeri – Era importante vincere, la squadra si è espressa bene per lunghi tratti, ma abbiamo dimostrato di non essere una grande squadra e ci sono ancora dei limiti da superare. Concediamo troppo agli avversari e anche dopo essere andati in vantaggio per 2-0 in un momento della partita potevamo subire il pareggio. Siamo una squadra che fortunatamente per lo spettacolo sa più attaccare che difendere. Dobbiamo aiutare tutti in copertura e la fase difensiva la devono fare tutti i calciatori”. Erano un migliaio al Guariglia di Agropoli per gustarsi il 4-3 sul Licata ed un match dalle mille emozioni. Tuttavia nonostante una prima linea che ha nel navigato cecchino Carotenuto il suo bomber, l’allenatore Nastri non ha mostrato di essere contento. “Sono soddisfatto solamente per il risultato – dice – La squadra non mi è piaciuta. Una squadra che vuole vincere non può per mettersi troppe disattenzioni ed ingenuità, come nel caso delle due espulsioni. Bisogna acquisire più mentalità e soprattutto ripartire con maggiore umiltà”. La mentalità giusta i biancazzurri dovranno averla domenica al San Filippo quando affronteranno la corazzata Messina, vittoriosa a Noto in pieno recupero con un gol dell’ultimo arrivato Pedro Costa Ferreira. Al seguito dei giallorossi c’erano circa 300 sostenitori che hanno spinto gli uomini di Catalano al blitz dal primo al novantesimo. “Il Messina – spiega il trainer siciliano – ha disputato un’ottima partita. Sapevamo che il Noto è un’ottima squadra e temevamo le ripartenze, tant’è che proprio su una di queste loro ci hanno fatto gol. L’ingresso di Cicatiello determinante al pari di quello di Pedro Costa? Sì, il ragazzo aveva fatto bene già nelle altre occasioni in cui era stato chiamato in causa”.  (Luca Sini)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina