Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il campionato in… numeri

Il campionato in… numeri

Il riassunto del primo turno raccontato dalle cifre che ha regalato la seconda giornata del torneo di D. Undici le espulsioni registrate domenica, quattro le reti di Mastrolilli del Paternò.

pesce_ad_acireale

Nicholas Pesce in azione domenica al Tupparello di Acireale (foto fabrizio sciacca)

Le protagoniste assolute della seconda giornata di campionato del Girone I sono state sicuramente Savoia e Agropoli che hanno confermato le cose buone fatte vedere nella prima giornata conquistando ancora una volta l’intera posta in palio e posizionandosi al comando della classifica con 6 punti. Chi si trova a punteggio pieno insieme alle due campane è il Messina che con un po’ di fortuna è riuscito ad ottenere una vittoria insperata sul campo del Noto. Il match winner è stato Costa Ferreira, un giocatore arrivato in Sicilia qualche giorno prima per rinforzare il reparto avanzato dei giallorossi e buttato nella mischia da mister Catalano al 69′. Il Palazzolo, invece, sconfitto a Savoia è partito decisamente male in questo inizio di stagione. I gialloverdi, infatti, stanno facendo tutto il contrario del passato campionato. Nella passata stagione dopo due gare avevano conquistato 6 punti, invece, in questo campionato sono ancora fermi a 0. Il Paternò si coccola Mastrolilli che in due partite ha realizzato la bellezza di 4 reti regalando ai siciliani 4 punti in classifica. Un altro bomber che non ha perso il vizio del gol è Tiscione. L’attaccante ex Licata ha realizzato un’altra rete pesante consentendo al Città di Messina di stendere il Sambiase. Il furetto giallorosso, però, deve cercare di migliorare dal dischetto perché in due gare ha sbagliato 2 rigori. Chi, invece, ha dimostrato di essere un cecchino dagli undici metri è Manolo Mosciaro del Cosenza che prima con la Nissa e poi con l’Acireale non ha fallito consentendo ai rossoblù di portare a casa 4 punti in due partite. L’Overtime è nel destino del Montalto. I ragazzi di Giugno, infatti, dopo aver gioito alla prima giornata pareggiando al 95‘ con Sifonetti contro la Vibonese questa volta hanno masticato amaro vedendosi raggiungere al 94‘ dalla Gelbison. La seconda giornata di campionato, infine, ha fatto registrare un primo record che difficilmente sarà uguagliato. Infatti i cartellini rossi sventolati dai direttori di gara sono stati ben 11. La gara più “cattiva” è stata quella tra Agropoli e Licata che ha costretto il sig. Calogiuri di Lecce a mandare anzitempo negli spogliatoi 4 calciatori. (Antonello Greco)

Related posts