Cosenza Calcio

Messina, Catalano mostra i muscoli: “Ci piace il ruolo di favoriti”

Il tecnico risponde anche le proteste degli avversari sulle direzioni arbitrali: “Chi ci affronta si sta appellando sempre alle decisioni arbitrali per giustificare il risultato negativo e questo non è possibile. Non ci si può attaccare a questi episodi, vinciamo con merito”.

catalano_messina

Il tecnico del Messina Catalano, alle sue spalle il direttore sportivo giallorosso Ferrigno

Il successo di Noto è nuova linfa per un ACR Messina che ha già lanciato segnali importanti ad un campionato di Serie D che la vede nel ruolo di grande favorita. Il 2-1 del “Palatucci”, nonostante alcune assenze di rilievo, ha consentito a Corona e compagni di restare in vetta alla classifica, insieme a Savoia ed Agropoli. “Siamo partiti col piede giusto, con una certa continuità nei risultati, battendo l’Acireale e poi conquistando i tre punti anche a Noto, dove la squadra non si è mai disunita, neanche nei momenti difficili” ha detto il tecnico giallorosso, Gaetano Catalano. Match winner è risultato il portoghese Pedro Miguel Costa Ferreira, l’ultimo acquisto del club giallorosso. “È arrivato soltanto giovedì scorso, ma ha trovato compagni disponibili, venendo subito accolto nel migliore dei modi. La società ha fatto bene a perfezionarne il tesseramento in via immediata dato quello che si è visto in campo. Il suo gol ci è servito ad ottenere una vittoria bella e sofferta, come tutte quelle che maturano in extremis”. Tre punti utili a proseguire a punteggio pieno, ottenuti al cospetto di una formazione ostica. “Il Noto si è dimostrata un’ottima squadra che ha nelle ripartenze un’arma micidiale. Sapevamo che sarebbe stata una partita tosta ed abbiamo subìto il gol sul primo tiro in porta a causa di un errore collettivo e per questo assolutamente evitabile. Però non abbiamo mai mollato e per questo mi è piaciuta la grande reazione che ci ha consentito dapprima di realizzare l’1-1 e poi il gol della vittoria. L’espulsione di Prestigiacomo non ci ha facilitato il compito perché il Noto si è chiuso ancora di più e c’erano minori spazi rispetto a quando il match si giocava in undici contro undici”. A fine gara, come già accaduto contro l’Acireale, il tecnico avversario Galfano si è lamentato aspramente della direzione di gara. Un’abitudine che poco piace a Catalano. “Comprendo l’amarezza del Noto che pensava di aver portato a casa almeno un pari, ma chi ci affronta si sta appellando sempre alle decisioni arbitrali per giustificare il risultato negativo e questo non è possibile. Non ci si può attaccare a questi episodi, abbiamo costruito cinque o sei palle gol nitide e per questo la vittoria è assolutamente meritata”. Domenica al San Filippo arriverà l’Agropoli, reduce dal rocambolesco 4-3 sul Licata, per una sfida tra prime della classe. “La compagine campana è stata inserita sin dall’inizio tra le possibili candidate alla promozione. Arriveranno in casa nostra carichi per le due vittorie ottenute. Sarà sicuramente la partita più importante della giornata e faremo di tutto per conquistare i tre punti. Prevedo un campionato tosto, al termine del quale prevarrà il miglior gruppo, al di là dei valori tecnici. Oltre a Savoia e Agropoli anche Cosenza e Paternò possono recitare un ruolo di primo piano. Inoltre il Città di Messina gioca un buon calcio e può affrontare il torneo con relativa tranquillità. A noi, invece, piace rivestire il ruolo di favoriti, sebbene vincere non sia mai semplice. Siamo riusciti a costruire un bel gruppo in poco tempo ed i ragazzi sono stati bravi a cementare il rapporto tra di loro, over e under, nel corso della preparazione estiva”. La speranza è che possa essere della partita anche Leon, la stella del mercato, non ancora disponibile per problemi di transfer. “L’honduregno è un giocatore dalle incredibili qualità e lo aspettiamo a braccia aperte. La società sta facendo tutto il necessario perché possa essere schierato già da domenica prossima”. (messinasportiva.it)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina