Tutte 728×90
Tutte 728×90

Da Gagliardi sì al 3-4-3: “Modulo che dà ampie garanzie”

Da Gagliardi sì al 3-4-3: “Modulo che dà ampie garanzie”

Il tecnico: “Ho cambiato nuovamente e lo faremo ancora se sarà necessario. Voglio una squadra in grado di imporre il proprio gioco ma lavoro per trovare una precisa identità. Dietro giocherà uno fra Scigliano e Bruno. La rosa? Sarà sfoltita”.

gagliardi_intervistato

Il tecnico rossoblù Gianluca Gagliardi sembra avere le idee chiare (foto mannarino)

Sincero, diretto e mai banale. Mister Gagliardi non lascia nulla al caso, va dritto per la sua strada e non si contraddice mai. Contro il Noto dovrà gestire le assenze di Benincasa e Sicignano ma la sua squadra ha dimostrato la capacità di cambiare volto. E’ questo uno degli obiettivi del tecnico che varierà nuovamente la disposizione tattica. I Lupi giocheranno con il 3-4-3 e Gagliardi chiarisce i motivi della sua scelta. “Al momento è questo il modulo che offre maggiori garanzie. Sostituire un uomo come Benincasa non è cosa semplice e talvolta in base alle assenze ti trovi costretto a cambiare assetto. Ho una rosa che mi permette di farlo, ragion per cui ho fatto le dovute prove ed ho verificato la possibilità di schierare i miei con queste nuove disposizioni. Sia ben chiaro che ritengo necessario trovare l’identità giusta e un modulo preciso da cui partire. Quando avrò le giuste certezze lavorerò in questa direzione”. Poi un commento sulla difesa a tre. “Non è una scelta azzardata. Non siamo qui per rischiare ma per costruire. Al momento lo schieramento con i tre centrali dietro da buone garanzie. Sicignano sarà assente e al suo posto scenderà in campo uno fra Bruno e Scigliano. A tal proposito voglio dire che puntiamo molto su quest’ultimo. Un ragazzo che ha già alle spalle gare importanti e che si allena al massimo delle sue possibilità. Lui e Bruno sono pronti per partire fra i titolari”. Poi Gagliardi chiarisce le richieste fatte ai suoi uomini. “Ho chiesto ai ragazzi di giocare con convinzione e grinta per tutto l’arco del match. Forse in questo pecchiamo ancora ma so bene che il lavoro svolto pesa e che sapranno darmi le giuste risposte”. Poi ancora sui singoli e su una rosa che sarà sfoltita. “Ho diverse carte da giocare. Se dovesse andare in campo Le Piane farà il suo come sempre. E’ un ragazzo che ha ottime qualità. Dovrà migliorare e capire che gioca con una squadra e non da solo. E’ giovane ed ha tutto da imparare ma si impegna con costanza e voglia di crescere. Guadalupi invece è un calciatore tecnicamente validissimo. Non ha i novanta minuti nelle gambe ma a partita in corso può spaccare il match approfittando della stanchezza degli avversari. La rosa? Andrà sicuramente sfoltita. Tutti stanno dando il massimo ma alcuni non troveranno spazio. Sarà dura ma qualcuno lascerà il gruppo”. Prima di chiudere un commento sull’undici che dovrebbe affrontare il Noto e sull’avversario. “C’è qualche piccolo dubbio. Uno fra Le Piane e Liotti andrà in campo, al posto di Varriale o Marano. Arcidiacono avrà il compito di occupare la corsia esterna e di accentrarsi per creare gioco. Non sarà facile ma abbiamo preparato bene la gara. Il Noto non meritava di raccogliere solo un punto nelle prime due gare perché è una compagine quadrata che ha espresso un buon calcio, avanti possono infastidirci mentre dietro sono esperti ed hanno alcune individualità in grado di cambiare il volto alla partita. Ai miei ho chiesto di mostrare personalità. Così facendo possiamo approfittare delle loro incertezze”. Intanto la rifinitura ha confermato le indiscrezioni. In porta giocherà Straface mentre in difesa al fianco di Parisi e Parenti scenderà in campo uno fra Bruno e Scigliano, con quest’ultimo favorito. A centrocampo Fiore occuperà la corsia destra, Salvino e Pesce agiranno per vie centrali e Varriale dovrebbe partire da titolare sull’out di sinistra. In avanti Arcidiacono e Mosciaro sono certi di una maglia con Le Piane che potrebbe rientrare nell’undici titolare. Se al suo posto dovesse scendere in campo Marano, Liotti partirà dal primo minuto al posto di Varriale. Da segnalare anche la nuova pagina Facebook aperta dal sodalizio silano che a breve svilupperà il nuovo sito internet ufficiale. (Francesco Palermo)

Related posts