Tutte 728×90
Tutte 728×90

Aceto: “Abbiamo dominato. Bravi ragazzi” – VIDEO

Aceto: “Abbiamo dominato. Bravi ragazzi” – VIDEO

Il vice di Gagliardi: “Gara preparata bene e risultato legittimato dai gol. I ragazzi stanno trovando il giusto ritmo e riescono a sopperire con le loro qualità. Il campionato è lungo”.

Aceto_in_panchina

Aceto in panchina nel match contro il Noto. Ha sostituito Gagliardi (foto mannarino)

Esordio fortunato per mister Aceto che ha seguito i Lupi dalla panchina a causa della squalifica di Gianluca Gagliardi. Il vice allenatore, dopo il successo largo dei rossoblù, ha analizzato la gara con soddisfazione per la prova di Parisi e soci. “Siamo felici perché i ragazzi hanno messo in campo tutte le indicazioni che Gagliardi ha fornito in settimana. Abbiamo preparato bene la gara e il risultato si è visto. C’è stata solo una sbavatura sul gol del Noto ma i ragazzi hanno giocato bene legittimando il successo con le reti messe a segno. E’ piaciuta la determinazione mostrata in campo, la voglia di andare a bersaglio e il pressing operato in ogni zona del rettangolo verde. Oggi usciamo dal San Vito ancora più forti”. Poi Aceto spiega il lavoro svolto e quello da affrontare. “Non siamo ancora al top. Siamo partiti in ritardo e considero quella di oggi la prima vera gara in campionato. Ciò nonostante i ragazzi con le loro qualità riescono a sopperire ad una condizione fisica che deve migliorare. Stiamo crescendo giorno dopo giorno e i risultati si vedono”. Poi un commento sulla prova di Arcidiacono, vero mattatore dell’incontro. “Conosciamo Pietro e le sue giocate possono cambiare il volto alle partite. Voglio però complimentarmi con tutta la squadra. Hanno affrontato bene il match e gestito bene le risorse. Stiamo trovando la nostra vera identità e oggi abbiamo apprezzato il lavoro svolto fino ad ora”. In chiusura un commento sul torneo. “Ci sono squadre forti e regna l’equilibrio. Non dobbiamo guarda in casa degli altri ma pensare a noi. Sarà un campionato lungo e difficile ma noi ci siamo e crediamo nelle nostre potenzialità”. (Francesco Palermo)

Related posts