Tutte 728×90
Tutte 728×90

Nastri non si nasconde: “L’Agropoli lotterà per il primato”

Nastri non si nasconde: “L’Agropoli lotterà per il primato”

Il tecnico biancazzurro non teme la sfida di domenica: “Siamo una squadra costruita per far bene.  Rispettiamo il Cosenza che ha storia e blasone, ma giocheremo per vincere. Per la volata finale vedo bene noi i silani, il Messina e il Savoia. Anche la Cavese farà strada”.

nastri_agropoli

Salvatore Nastri prima dell’Agropoli ha allenato l’Ebolitana

Salvatore Nastri e il suo Agropoli sono pronti ad una gara che ha già il sapore dello scontro diretto. Il Cosenza, in terra di Campania, affronterà una compagine costruita per lottare nelle zone alte della classifica e, con molta probabilità, si troverà al primo grande banco di prova di questo torneo. Il tecnico dell’Agropoli conosce il valore della truppa rossoblù ma è pronto al match. “Ci siamo preparati bene perché conosciamo il valore dei nostri avversari – dice ai microfoni di CosenzaChannel.it – Sarà un incontro molto delicato perché si affronteranno due squadre costruite per vincere il torneo e pronte a tutto per non lasciare punti nel loro cammino. Il Cosenza ha una rosa validissima, ricca di giocatori di categoria superiore e giovani emergenti che vogliono mettersi in mostra. Verranno qui per vincere e noi li rispettiamo ma abbiamo lo stesso obiettivo e lotteremo per trovare i tre punti al triplice fischio”. Accende il match mister Nastri che parla dell’avvio in campionato del suo Agropoli. “Siamo partiti con il piede giusto ma c’è grosso rammarico perché meritavamo qualcosa in più. Contro il Messina abbiamo disputato novanta minuti perfetti sotto il profilo dell’intensità. Purtroppo non siamo riusciti a portare a casa il risultato ma posso garantirvi che ce la siamo giocata alla pari con una grande squadra e non meritavamo assolutamente la sconfitta. So che possiamo fare ancora molto e cresceremo. Il nostro obiettivo è vincere il campionato, inutile nascondersi. Ho a disposizione una rosa competitiva con calciatori che hanno voglia di vincere e il nostro compito è lottare nelle zone alte e far meglio delle dirette concorrenti. Il calendario ci ha riservato un inizio davvero duro ma ne stiamo uscendo a testa alta e dobbiamo riprendere la marcia contro i silani”. A tal proposito il tecnico dice la sua sulle pretendenti al titolo. “A parer mio sono quattro le squadre che hanno qualcosa in più. Noi dovremo fare i conti con Cosenza, Messina e Savoia. Le prime due hanno una storia importante e dalla parte loro hanno anche delle tifoserie importanti, che si faranno sentire nelle gare casalinghe e anche in trasferta. Attenzione però alla Cavese. Una compagine che conosco e che supererà le difficoltà iniziali. Sono certo che anche loro usciranno bene alla distanza e lotteranno fino alla fine”. Ultima battuta sulla gara di domenica. “Sarà un match tirato e combattuto. Noi rispettiamo i calabresi ma vogliamo una vittoria. Loro non verranno qui per fare da sparring partner e vorranno tornare a casa con punti pesanti. Sarà una bella gara”. Che vinca il migliore. (Francesco Palermo)

Related posts