Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza esce dalla Coppa. La Turris vince 2-1

Il Cosenza esce dalla Coppa. La Turris vince 2-1

Non basta un rigore di Guadalupi nella ripresa a garantire il passaggio del turno. Per i corallini reti di Vitale (sempre lui…) e di Arcamone, sempre dal dischetto, a tempo scaduto.
guadalupi_rossobl
Niente da fare per il Cosenza contro la Turris nel quarto turno di Coppa Italia. I rossoblù si sono presentati al Liguori con Acerto in pachina e in formazione largamente rimaneggiata, dando spazio a chi non ne ha trovato tanto in campionato. I corallini invece hanno affrontato l’incontro con una formazione dove figuravano molti dei titolari, tra i quali l’ex bomber dei Lupi Longobardi e quel Vitale che l’anno scorso ha fatto vedere i sorci verdi ai silani con la maglia del Sant’Antonio Abate. A decidere il match sono stati i gol dello stesso Vitale in apertura (ancora lui!), di Gudalupi che aveva pareggiato dal dischetto nella ripresa e di Arcamone, sempre dagli undici metri, che al 91′ ha mandato ko il Cosenza dopo l’espulsione di Perri. Il portiere ha lasciato i guanti a Naccarato in occasione del penalty decisivo dopo essere stato espulso su una “furbata” del solito Vitale che ha indotto il collaboratore dell’arbitro ad indicare il dischetto dopo uno scontro con lo stesso numero uno ospite. CRONACA.  Aceto manda in campo una formazione molto giovane con sei ’93 ed un ’94 ed affida a Sicignano, Caputo e Guadalupi il compito di dare esperienza al gruppo. In particolare, il fantasista viene schierato alle spalle di Franzese nella posizione che più predilige. I corallini di Fabiano non fanno sconti e fanno capire sin dalle prime battute di voler passare il turno. Al 5′ è bravo Vitale a saltare Bria che lo atterra. L’ex del Sant’Antonio Abate, al rientro dal primo minuto, si incarica di battere la punizione che trasforma magistralmente. La risposta del Cosenza è tutta in un tiro velleitario di Franzese e in una verticalizzazione improvvisa di Guadalupi per l’attaccante rossoblù che si fa anticipare da Sollo in presa bassa. I Lupi non giocano male, lasciano poco spazio alle ripartenze della Turris, ma non riescono ad essere incisivi negli ultimi sedici metri. I rispettivi portieri non sono impegnati più di tanto se non con conclusioni velleitarie o su azioni di corner. Prima del break però Aceto è costretto a sostituire Bria, infortunato, con Naccarato. La ripresa inizia senza altri cambi, con gli ospiti alla ricerca del gol del pareggio e costantemente a presidiare la trequarti dei biancorossi. Al 66′ episodio da moviola. Guadalupi calcia una punizione dal limite che Terracciano tocca con una mano: il rigore sembra netto, ma Balice lascia proseguire tra le proteste collettive. Il massimo sforzo della truppa di Aceto viene premiato al 76′ quando un indeciso Terracciano abbatte Franzese in area nel tentativo di rinviare la palla. Guadalupi, il migliore dei suoi, si presenta dagli undici metri e batte inesorabilmente Sollo. A questo punto il copione cambia, con la Turris ad alzare il proprio baricentro. Vitale ha l’occasione buona dopo uno scambio con Arcamone, ma spreca malamente. Al 90′ il patatrac. Vitale arriva su un lancio lungo e tenta il pallonetto su Perri calciando fuori misura. L’impatto, ininfluente, tra i due è inevitabile, ma è il guardalinee a richiamare l’attenzione dell’arbitro che manda sotto la doccia l’estremo difensore del Cosenza e concede il rigore ai padroni di casa tra le proteste. Arcamone sfrutta il match-point vanificando il tentativo di Naccarato (finito tra i pali dopo il rosso al compagno) e consente i suoi di proseguire il cammino nella Coppa Italia di D. Al Cosenza resta la consapevolezza di aver disputato una gara gagliarda e di essere uscito ingiustamente. (Luigi Brasi)

Il tabellino:
TURRIS (4-2-3-1): Sollo; Piscopo, Allocca, Terracciano (85′ De Rosa), Amendola; Gasparini, Visciano; Sibilli, Vitale, Moxedano (73′ Falco); Longobardi (70′ Arcamone). A disp.: Manfredonia, Speranza, Mannone, Amato. All.: Fabiano
COSENZA (4-4-1-1): Perri; Piluso (70′ Akuku), Bria (45′ Naccarato), Sicignano, Marchio; Le Piane, Caputo, Piromallo (58′ De Cicco), Libertini; Guadalupi; Franzese. A disp.: Reda, Pellegrino, Magarò, Rocca. All.: Aceto
ARBITRO: Balice di Termoli
MARCATORI: 6′ Vitale (T), 77′ Guadalupi (C-rig.), 91′ Arcamone (T-rig)
NOTE: Spettatori circa 500 di cui una quindicina di Cosenza. Espulso al 91′ Perri (C) per doppia ammonizione. Ammoniti: De Rosa (T), Allocca (T), Sollo (T), De Cicco (C), Caputo (C), Visciano (T), Moxedano (T), Bria (C). Corner: 8-4; Recupero: 1′ pt – 5′ st

Related posts