Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il campionato in… numeri

Il campionato in… numeri

Domenica scorsa record stagionale di gol segnati: 27. Il Città di Messina può vantare il migliore attacco grazie al pokerissimo rifilato al Licata, mentre i gialloblù sono la peggiore difesa.

parisi_e_mosciaro_su_angolo_agropoli

Parisi e Mosciaro difendono durante gli sviluppi di un corne ad Agropoli

Nella quarta giornata del campionato di serie D Girone I sono stati utilizzati 250 calciatori in 9 partite disputate. Quasi tutti gli allenatori hanno effettuato tutti i cambi a propria disposizione tranne il tecnico del Montalto Giugno e l’allenatore del Noto Galfano che hanno preferito sostituire soltanto 2 calciatori. Delle 52 sostituzioni effettuate in questa quarta giornata soltanto 2 sono avvenute nei primi 45. I calciatori sostituiti nei primi tempi sono Mastrolilli del Paternò e Putortì del Sambiase entrambi usciti per infortunio. In questo quarto turno sono state realizzate 27 reti, 13 nei primi 45′ e 14 nella ripresa. Di queste 27 reti realizzate, 16 sono state trasformate dalle formazioni di casa e 11 dalle compagini ospiti. Dei 27 gol siglati soltanto 3 sono stati messi a segno da calciatori che provenivano dalla panchina: Pelliccioli (Nissa), Buda (Città di Messina) ed Erbini (Ribera). In questi primi 4 turni sono state realizzate in totale 95 reti (22 alla prima giornata), (26 alla seconda), (20 alla terza), (27 alla quarta). La formazione che ha il miglior attacco del campionato è il Città di Messina che grazie alle 5 reti messe a segno contro il Licata è salita a quota 9 gol. Chi, invece, ha il peggior reparto avanzato è il Palazzolo che ha buttato la palla in fondo al sacco soltanto 1 volta nella sfida di domenica scorsa contro la Gelbison. Per quanto riguarda la difesa, le compagini che hanno subito meno reti sono Cosenza e Vibonese che in 4 gare hanno dovuto raccogliere la sfera in rete soltanto in 2 occasioni. La peggior retroguardia, infine, è quella del Licata che ha subito 10 reti. (Antonello Greco)

Related posts