Tutte 728×90
Tutte 728×90

Si va verso il “Cosenza Calcio”

Si va verso il “Cosenza Calcio”

Da Citrigno nuovo sì a Leonetti e Vircillo per il 1914, ma in attesa che “un gruppo imprenditoriale facente capo all’ex azzurro acquisisca la maggioranza” per adesso si sta pensando ad un marchio interlocutorio. Riaprirà i battenti anche il Red&Blue Store.

leonetti_e_citrigno

Aristide Leonetti e Pino Citrigno in uno scatto di un anno fa (foto mannarino)

Il marchio del 1914 tornerà sulle maglie rossoblù, ma bisognerà aspettare ancora un po’ di tempo prima che lo stesso dia nuovamente autorevolezza alle casacche da gioco. Ieri mattina Leonetti e Vircillo hanno invitato Pino Citrigno, che ha un ottimo rapporto con entrambi, presso gli studi del responsabile “brand strategy” della Nuova Cosenza. Si è ragionato sul da farsi e si è scelto di agire in sinergia. Il responsabile dell’area tecnica, d’accordo con Stefano Fiore che ha la medesima opinione, ha da tempo manifestato l’intenzione di accogliere le richieste pervenute dai tifosi e l’ex vicepresidente dei Lupi non ha mai fatto mistero di stimare oltremodo l’ex numero dieci e il suo manager. Anche nell’incontro di ieri ha ribadito quanto già si sapeva, vale a dire di essere disposto “a cedere gratuitamente ai due senza alcun tornaconto” quanto in suo possesso “nel momento preciso in cui un gruppo imprenditoriale, facente riferimento proprio a Fiore e Leonetti, acquisisca la maggioranza delle quote”. Come il resto della città, pertanto, anche Citrigno considera i responsabili dell’area tecnica l’unica garanzia per il futuro del club. Le parti stanno pensando ad un marchio interlocutorio che possa traghettare verso quello del 1914. La novità più importante è che potrebbe tornare la denominazione “Cosenza Calcio” e la dicitura “Brutia me genuit”, mentre spifferi raccontano di un tartan scozzese (ovviamente dalle tonalità rossoblù) che dovrebbe rappresentare una sorta di sipario da alzare nel momento preciso in cui il marchio farà di nuovo sfoggio di sé al San Vito come promesso da Citrigno. Luigi Vircillo, nel frattempo, si è tuffato a capofitto nella sua avventura ed ha stilato un programma triennale. Sta curando ogni dettaglio con la passione che è solita accompagnarlo e sta lavorando a 360° per dare un aspetto accattivante al club. Altra novità riguarda il Red&Blu Store. A metà ottobre dovrebbe riaprire i battenti in concomitanza con l’arrivo del materiale tecnico griffato Macron e i locali del San Vito potrebbero ospitare la nuova sede operativa del club: ne hanno discusso ieri pomeriggio in una lunga riuniuone Guarascio, Candelieri e Quaglio. Lo Store è stato il punto di riferimento di tanti sportivi ed ha vissuto gli anni delle ultime promozioni. Che sia di buon auspicio? (Luigi Brasi)

Related posts