Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi: “Favoritismi? Non dobbiamo ringraziare nessuno se siamo in testa” – VIDEO

Gagliardi: “Favoritismi? Non dobbiamo ringraziare nessuno se siamo in testa” – VIDEO

Il tecnico precisa: “Siamo primi per merito nostro e la dea bendata può attendere. La classifica? Sono i punti che meritiamo”.

gagliardi_ghigno

Gianluca Gagliardi durante la partita si è sbracciato dal 1′ al 90′ (foto mannarino)

Ha urlato, meditato e cambiato. La mossa Pesce gli ha dato ragione. Il giovane, subentrato in corsa d’opera così come ad Agropoli, ha trovato il guizzo per guadagnarsi il rigore partita realizzato da Mosciato. Gianluca Gagliardi, tecnico del Cosenza, nell’analizzare la gara precisa. “La prestazione c’è stata ma è mancata brillantezza in avanti. Affrontavamo una squadra tosta che ha giocato bene in fase difensiva. Numeri alla mano, però, non ricordo nessun tiro del Ribera verso la porta di Frlez. Poi una disattenzione su calcio d’angolo stava costando cara. Come mi spiego l’errore sul pari ospite? Forse qualcuno era intento a festeggiare ancor prima che la gara finisse”. E a chi parla di favoritismi Gagliardi risponde. “Non giudico l’arbitro e la sua direzione. Dico che, stando ai numeri, meritavamo di vincere ancor prima del novantesimo”. Prima di concludere un pensiero sugli attaccanti. “Arcidiacono? Oggi è stato un normale giocatore. Lui è uno che spacca le partite ma ci sta che tiri il fiato dopo aver fatto grandi partite di recente. Mosciaro? Lo aiuta la sua fede cosentina. Un ragazzo più generoso di quanto gli si chieda”. Conclusione dedicata alla classifica. “Abbiamo i punti che meritiamo. Non dobbiamo ringraziare nessuno, neppure la dea bendata. E i complimenti fatele ai ragazzi non al sottoscritto”. Parole di un sergente di ferro.
RIBERA. Post partita di veleni per gli ospiti. Così il diesse del Ribera, Martello. “Il Cosenza ha dimostrato di essere una grande squadra ma l’arbitro ha deciso una gara che meritavamo di pareggiare. E’ assurdo concedere al novantesimo un rigore che ai più è sembrato assurdo. Siamo una piccola realtà che va rispettata. Dispiace commentare un finale di gara che non può passare inosservato. Ripeto, complimenti al Cosenza ma anche ad un Ribera ben messo in campo e che ha mostrato di potersela giocare contro tutti”. (Antonello Greco)

Related posts