Tutte 728×90
Tutte 728×90

Frlez punta in alto: “Sì, mi ispiro ad Handanovic”

Frlez punta in alto: “Sì, mi ispiro ad Handanovic”

Il portiere del Cosenza domenica ha esordito in campionato e per il futuro si è posto un obiettivo: “Fare bene in rossoblù e riconquistare la maglia della nazionale slovena Under 19”.

frlez_contro_il_ribera

Alen Frlez domenica ha esordito con il Cosenza. Proviene dal Chievo (foto rosito))

Alen Frlez ha aspettato quasi un mese per esordire in campionato. Colpa di un timbro della Lega che non arrivava mai. Nemmeno il compimento della maggiore età è servito per farlo scendere in campo ad Agropoli, ma ha dovuto attendere altri sette giorni: il tempo necessario che dagli uffici romani arrivasse l’ok. Contro il Ribera, che aveva rifilato tre gol all’Acr Messina, finalmente ha indossato la maglia numero uno del Cosenza, salvando la squadra verso lo scadere su una rasoiata da fuori, ma facendo correre un brivido lungo una vita su un’uscita a vuoto. “Sì, sono andato in difficoltà – ha ammesso in un italiano che migliora giorno dopo giorno – ma non era semplice dopo tanto tempo che non giocavo”. I tre punti al novantesimo sono arrivati puntuali, sebbene a margine di una prestazione in chiaroscuro. “Non ci siamo espressi al massimo delle nostre potenzialità, ma lavoreremo tanto per crescere sotto ogni punto di vista”. Frlez non è molto loquace a differenza di qualche suo compagno, ma quando si nomina Handanovic, i suoi occhi iniziano a brillare. “Mi ispiro a lui, perché nasconderlo? Con il Chievo ho avuto la fortuna di potermi allenare con la prima squadra e sebbene Squizzi sia davvero un ottimo portiere, Sorrentino ha grandi qualità. Come mi trovo a Cosenza? Benissimo, meglio qui che a Verona”. Gagliardi ed il resto dello spogliatoio lo hanno aspettato, il preparatore Lanni non ha smesso un secondo di allenarlo e lui non ha deluso le aspettative. Essendo un ’94, è facile ipotizzare che diventi immediatamente una pedina fondamentale nello scacchiere rossoblù. Cosenza per lui potrebbe rappresentare un trampolino di lancio. “I miei obiettivi sono fare bene con i Lupi e riconquistare la maglia dell’Under 19 della nazionale slovena. Me lo ha detto anche l’allenatore: per essere convocato devo giocare e sono qui per questo”. Nonostante la giovane età, non è certo l’ambizione che gli manca!  (Luigi Brasi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it