Tutte 728×90
Tutte 728×90

Arcidiacono: “Siamo dei polli”

Arcidiacono: “Siamo dei polli”

Dura la disamina dell’attaccante rossoblù che però invita i compagni ad alzare la testa. “Non si può perdere così ma già con il Montalto saremo pronti a riprendere la marcia”.

arcidiacono_mitraglia_messina1

Arcidiacono segna il 2-1 e “mitraglia” i tifosi giunti a Messina (foto isolino)

Le parole di Pietro Arcidiacono, al termine della gara persa a Messina, rendono bene l’idea della prova affrontata dai Lupi e di una sconfitta che lascia l’amaro in bocca. L’attaccante, in gol anche oggi, fa mea culpa e si lecca le ferite per una sconfitta arrivata nel finale. “Siamo stati polli. Una squadra che vuole vincere il campionato non può concedere un gol nel finale e perdere un gara in cui per due volte vai in vantaggio. Abbiamo affrontato la squadra più forte che ho visto da quando gioco qui, ragion per cui questa sconfitta ha un sapore ancora più amaro. In una gara del genere, anche per come si era messa, dovevamo trovare punti”. Poi Arcidiacono commenta il match e dice la sua sull’episodio che ha cambiato l’inerzia della gara a favore dei padroni di casa. “Credo che la gara la abbiamo persa quando hanno segnato il gol del pari. In quel momento in loro è cresciuta la consapevolezza di poter fare bottino pieno mentre noi eravamo sulle gambe. I loro esterni poi hanno fatto la differenza. Tiscione non lo scopriamo noi ma più in generale il loro modo di giocare ci ha creato grosse difficoltà. Bisogna fagli i complimenti”. Tre punti persi quindi per il Cosenza che ha lasciato anche la testa della classifica in mano alla Gelbison. Arcidiacono è deluso ma rilancia la sfida. “Dobbiamo pensare subito al Montalto. Abbiamo una rosa forte e competitiva e se lavoriamo così come stiamo facendo centreremo subito un risultato positivo. E’ stata una brutta sconfitta ed in un campionato può anche starci. Ora tocca a noi rialzare la testa e ripartire con più forza”. (Francesco Palermo)

Related posts