Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, brivido Arcidiacono. Si rivede Gassama

Cosenza, brivido Arcidiacono. Si rivede Gassama

L’attaccante ha avvertito un forte dolore al flessore al termine di un lungo scatto. Gagliardi prova il 4-2-3-1, Guarascio intanto ha parlato con i calciatori prima dell’allenamento.

Allenamento_fase_partitella

Guadalapi tra Naccarato e Sicignano durante la sgambatura (foto rosito)

Una notizia buona e una cattiva per Gagliardi. Durante l’allenamento odierno infatti, si è fermato Pietro Arcidiacono. L’attaccante, al termine di un lungo scatto in profondità, si è accasciato al terreno lamentando un fastidioso dolore alla gamba. Lo staff sanitario silano ha subito provato a capire l’entità del guaio muscolare applicando dei massaggi al giocatore. Pare che si tratti solo di una forte contrattura ma le condizioni di Aricidiacono saranno valutate fra oggi e domani. Per una notizia cattiva però ne arriva una confortante. Nel secondo tempo della partitella si è rivisto in campo Keba Gassama. Il calciatore senegalese si è subito messo in mostra con qualche dribbling ubriacante, strappando gli applausi degli spettatori presenti alla partitella. Gassama dovrà ancora lavorare tanto per trovare il ritmo giusto, ma rivederlo nel rettangolo verde mentre affonda un tackle o resiste agli interventi dei compagni è già una gran notizia. Intanto Gagliardi ha provato nel primo tempo il 4-2-3-1. Il tecnico ha schierato inizialmente un undici votato alla attacco, con Mosciaro unica punta, e dietro Arcidiacono, Pesce, spostato in posizione da esterno, e Guadalupi. In difesa invece nella linea a quattro hanno giocato Fiore, Parisi, Parenti e Liotti. Benincasa e Salvino hanno composto la cerniera in mediana. Appare scontato quindi l’esordio dal primo minuto di Guadalupi. Difficile intuire adesso se Gagliardi sia o meno intenzionato a schierare il modulo provato questo pomeriggio, ma dovrebbe essere il turno del fantasista pugliese, che potrebbe trovare spazio a centrocampo anche in un ipotetico 4-3-3. Con questa disposizione tattica potrebbe fungere da trequartista o da playmaker basso. Nella partitella si è messo in mostra Manolo Mosciaro, autore di un gol strepitoso e di giocate di pregevole fattura. Buona anche la prova dei portieri, rigenerati da mister Lanni che in settimana ha parlato molto con loro per evitare cali di concentrazione. Da segnalare al San Vito la presenta del presidente Guarascio e dell’amministratore delegato Quaglio. Il numero uno del club ha voluto parlare con i giocatori nel chiuso degli spogliatoi. Domani infatti si terrà l’assemblea dei soci per discutere sull’aumento di capitale. (Francesco Palermo)

Related posts