Tutte 728×90
Tutte 728×90

DeSetaCasa Cosenza, alla fine si gioca

DeSetaCasa Cosenza, alla fine si gioca

Allarme rientrato per la truppa rossoblù guidata dal duo Jeroncic-Marano. La società della Gec Squinzano, infatti, ha deciso di presentarsi e giocare regolarmente la prima partita.
colarusso_un_bagher
Non vi sono più dubbi. Domani alle 18 la DeSetaCasa Cosenza inizierà ufficialmente, come da copione, la stagione 2012-2013 suggellando la sua nuova avventura con il ritorno nella serie cadetta dopo 5 anni di assenza . Nei giorni scorsi, infatti, si era paventata concretamente l’eventualità di una rinuncia al campionato da parte della Gec Squinzano afflitta da gravi problemi societari. Ciò, però, è stato poi smentito nella giornata odierna in cui la società pugliese ha confermato la sua partecipazione al campionato. In buona sostanza solo tante voci e molti rumors. Nonostante ciò, la squadra silana non si è cullata nella bambagia, regolarmente preparando il match di domenica con la professionalità che l’ha sempre contraddistinta, in modo dettagliato e minuzioso. Un unico dato è certo: di Squinzano si sa poco o nulla. La squadra pugliese sarà guidata dal tecnico Roberto Vadacca, una vera garanzia, noto per aver plasmato tanti giovani talenti pugliesi , poi diventati professionisti, quali ad esempio i fratelli De Giorgi, Mirko Corsano e De Pandis. La rosa, tuttavia, annovera soli 10 atleti (peraltro neanche sicuri) ed il sestetto iniziale potrebbe essere composto dalla diagonale opposto-palleggiatore Buracci-Notarpietro (ex Laurìa), Barbaro ed Incampo di banda, il libero squinzanese doc Andrea Ricciardi ed i centrali Cuccaro (lo scorso anno a Sorrento) e Peschiulli (ex Galatina). Per la Cosenza Pallavolo, come già ampiamente anticipato, l’unico assente sarà il palleggiatore Diego Andropoli, afflitto da una fastidiosa infiammazione alla schiena. Pertanto, pochi dubbi per coach Jeroncic sul primo sestetto della stagione: Colarusso al palleggio con Di Fino opposto pronto a scardinare la difesa salentina, Malluzzo e Galabinov martelli-ricevitori, Muccio e Smiriglia al centro con De Marco libero. Arbitri dell’incontro saranno Notarnicola e Arseni. (Pasquale Marzocchi)

Related posts