Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi: “Colpa mia, mi scuso con i tifosi” – VIDEO

Gagliardi: “Colpa mia, mi scuso con i tifosi” – VIDEO

“La squadra aveva iniziato bene ma abbiamo pagato tutti gli errori fatti. Ed in una gara sola ne sono stati commessi più di quanti se ne erano visti in tutti gli altri match. Servirà a capire chi è uomo e chi è da Cosenza. Spero che i nostri sostenitori capiscano”.

Gagliardi_deluso

La faccia di mister Gagliardi è tutta un programma (FotoRosito)

Difficile trovare attenuanti per la sconfitta maturata al San Vito. Il Cosenza ha lasciato l’intera posta in palio al Montalto, in una gara brutta, sfortunata ed interpretata male dai rossoblù. Ad affrontare i microfoni ci ha pensato mister Gianluca Gagliardi, che al termine del match ha prima tenuto una piccola riunione con i suoi uomini e poi risposto alle domande nella sala stampa. Queste le prime parole del tecnico. “Voglio subito chiedere scusa ai tifosi. E’ solo colpa mia. La squadra aveva iniziato bene ma abbiamo pagato i troppi errori commessi. Ne abbiamo fatti più di quanti ne ho visto in tutte le gare precedenti e il Montalto li ha sfruttati bene. Inoltre siamo stati condizionati dall’espulsione. Tutte e due le ammonizioni potevano essere evitate ma la classifica ad onor del vero non mi preoccupa”. Poi Gagliardi spiega gli errori commessi dal Cosenza. “Abbiamo peccato forse di presunzione ma ho chiesto alla società che tutto deve ripercuotersi su di me e non sui calciatori. Sento dire spesso che abbiamo un problema con gli under. Io ritengo che reggere la pressione del San Vito non è facile per i ragazzi e in tal senso anche la prova di Franzese non è dispiaciuta”. Poi una risposta secca a chi chiede se il Cosenza sia Arcidiacono-dipendente. “Non è così altrimenti noi non saremmo una squadra. E’ chiaro che la sua assenza pesa. Uno come Guadalupi, che a mio avviso ha fatto una buona partita, soffre se non ha giocatori in grado di dare profondità alla manovra”. Poi una risposta a chi gli chiedeva se non fosse stato meglio dar spazio a Marano. “Ho messo Franzese al suo posto per rispettare i quattro under in campo. Se avessi fatto diversamente forse qualcuno avrebbe comunque avuto da ridire. E’ sempre il solito discorso”. E in chiusura un appello alla tifoseria. “E’ stata una giornata storta e può capitare anche ad una squadra che ha fatto sempre bene. La classifica non preoccupa e spero che i nostri sostenitori possano fare delle critiche costruttive. Servirà a tutti. Questa gara ci farà capire chi è uomo oltre che calciatore e soprattutto chi è da Cosenza e chi no. (c.c.)

Related posts