Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giudice Sportivo: multa al Cosenza per cori razzisti

Giudice Sportivo: multa al Cosenza per cori razzisti

Per il Cosenza incredibile ammenda di 500 euro. I rossoblù perdono anche due difensori dopo la sconfitta col Montalto di domenica. In tutto dieci gli squalificati, c’è Savanarola del Paternò.
Arbitro_squalifiche
Il Giudice Sportivo, in relazione alle gare valide per la settima giornata (ottava per i gironi B e C) del campionato di Serie D, disputate sabato 13 e domenica 14 ottobre 2012, ha assunto una serie di determinazioni che privano il Cosenza di due elementi e il Paternò di uno. I tre, Parenti, Bruno e Savanarola, sono stati appiedati per una giornata. La cosa che lascia perplessi è che il Giudice Sportivo abbia inflitto una multa di 500 euro di multa al Cosenza per cori razzisti, mai intonati dagli spalti del San Vito, da sempre posto di ritrovo per supporter allergici a questo tipo di pratiche. Ecco i provvedimenti nel dettaglio:

SOCIETA’:
500 euro di ammenda al Cosenza per avere propri sostenitori intonato cori comportanti denigrazione per motivi di razza all’indirizzo di un calciatore di colore della squadra avversaria.

CALCIATORI:
SQUALIFICA PER TRE GARE:
Riccardo Alderuccio (Ragusa)
SQUALIFICA PER UNA GARA: Luigi Agata (Agropoli), Gaspare Paladino (Licata), Tiberio Parenti (Cosenza), Rolando Giannuzzi (Città di Messina), Maximiliano Ginobili (Montalto), Giuseppe Savonarola (Paternò), Salvatore Bruno (Cosenza), Giovanni Langella (Pro Cavese), Vincenzo Di Miceli (Ribera)

Related posts