Tutte 728×90
Tutte 728×90

Okoroji: “Non parlerò degli insulti razzisti per il bene di mia figlia”

Okoroji: “Non parlerò degli insulti razzisti per il bene di mia figlia”

Il difensore del Montalto ammette di essere stato apostrofato con frasi discriminanti, ma aggiunge: “Per me è una storia chiusa perché non voglio un giorno raccontare questa storia”.

mosciaro_ed_okoroji

Il colored del Montalto Okoroji in contrasto aereo (foto rosito)

Il difensore nigeriano del Montalto Okoroji stamattina dalle colonne di Calabria Ora torna sull’episodio che da domenica ha fatto discutere tanto quanto lo 0-3 rimediato dal Cosenza. Il marcatore, uscito anzitempo dalla partita a causa di un colpo subito al capo durante un scontro di gioco, ha usato il buon senso non alimentando ulteriori veleni circa gli insulti razzisti che gli sarebbero piovuti addosso. “Sì, qualcosa c’è stato, mi hanno insultato. Non voglio prendermela però. Perché? Perché non si può dare troppa importanza a questioni del genere. Io ho sposato una donna italiana ed ho la cittadinanza italiana, poi ho una figlia che è nata qui. Passerò sopra alla questione soltanto per lei. Un domani, quando crescerà, non voglio raccontarle di questa vicenda basata sul razzismo”. Il difensore poi ha parlato anche della gara disputata al San Vito. “E’ stata una bella vittoria per noi, ottenuta in uno stadio importante e dinanzi a tanti tifosi. Il Montalto ha perso dei punti per strada, ma li recupereremo. Aver battuto i rossoblù ci ha dato ancora più convinzione della nostra forza”. (co. ch.)
CLICCA QUI PER VOTARE IL SONDAGGIO DI COSENZACHANNEL.IT

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it