Pallavolo

La DeSetaCasa stecca la prima in casa. Festeggia Castellana (1-3)

Nienta da fare per Galabinov e compagni. La MaterDomini vince i primi due set, subisce il ritorno di Cosenza e chiude nel quarto dopo una strepitosa rimonta. Jeroncic dovrà rivedere tante cose.

Galabinov_contro_castellana

Galabinov in azione contro Castellana nel match del PalaFerraro (foto rosito)

Tutto pronto al PalaFerraro per l’esordio interno della DeSetaCasa Cosenza. Avversario di turno il Castellana che inaugurerà la nuova stagione del volley cosentino. Si ritorna in Serie B dopo tanti anni e per l’occasione coach Jeroncic si affida ad una squadra esperta con voglia di vincere. Colarusso e Di Fino in diagonale. Malluzzo e Galabinov di banda e Muccio e Smiriglia con licenza di far male da centrali. Il libero sarà De Marco. Manca pochissimo all’inizio della gara che inizierà con qualche minuto di ritardo. Cosenzachannel aggiornerà costantemente la diretta per permettervi di seguire la compagine cosentina. La diretta: Ottimo avvio della compagine di Jeroncic che si porta sul parziale di 2-0 nel primo set grazie al punto di Galabinov e ad un errore in battuta degli avversari. Si va al primo time out tecnico sul 6-8 per Castellana. Protagonisti Castellano, la sua battuta fa male ai cosentini e Galabinov, il migliore della DeSetaCasa in avvio. Tanti errori in battuta nel primo set di una gara tiratissima. Si gioca punto su punto e le squadre stanno forzando molto in battuta. Siamo sul 12-14 in un set un cui la DeSetaCasa e Castellana si stanno annullando in campo. Si va quindi al secondo time out tecnico del primo set con gli ospiti avanti 16-14. Bene a muro Cosenza con Galabinov che fa valere la sua esperienza. Buon avvio anche di Di Fino. Castellano sta invece mettendo in seria difficoltà la difesa di Cosenza. Sul 15-18 Jeroncic chiama il time out per svegliare i suoi. Il coach della DeSeta dovrà capire come arginare Castellano, in giornata di grazia al PalaFerraro. Coach Castiglia invece deve sostituire Paoletti che ha subito un infortunio quando siamo sul 16-19. Break importante per la De Seta Casa che mette palla a terra in tre occasioni consecutive e si riporta sul 19-20. Intanto rientra Paoletti. Cosenza varia i suoi colpi e pareggia la gara costringendo coach Castiglia a chiamare time out sul 20 pari. Il primo set se lo aggiudicano gli ospiti. Decisivo l’errore in attacco di Di Fino ma più in generale gli uomini di Jeroncic hanno sbagliato un po’ troppo. Mattatore dell’incontro, fino ad ora, Maurizio Castellano. Il martello di Castellana sta piegando la difesa del Cosenza. I padroni di casa nel secondo set rientrano sul parquet trasformati. Smiriglia piazza un gran muro e sfonda dal centro. E’ 6-4 per Cosenza. Il copione della gara è ormai chiaro. Se fra gli ospiti rifiata Castellano, per i pugliesi si spegne la luce. Galabinov e compagni vanno quindi al primo time out tecnico del secondo set sul punteggio di 8-7. Sul dodici pari gli ospiti piazzano il break di due punti con Bruno e un errore di Di Fino, portandosi avanti. Si va quindi al secondo time out tecnico sul 14-16 ma Jeroncic striglia i suoi che si portano ben presto sul diciasette pari. La gara si trascina avanti punto a punto fino al ventuno pari. Poi gli ospiti si portano in vantaggio e sul 21-23 è decisivo l’errore di Micco. Chiude poi Paoletti che è cresciuto alla distanza. Fra i cosentini bene Garofalo e Smiriglia. Castellano è stato limitato dagli uomini di Jeroncic che però sono ora sotto di due set a zero. Ancora una brutta partenza per Cosenza. Gli uomini di Jeroncic subiscono un break di 1-6 ma con un gran recupero si portano sul 5-8. Gli ospiti riescono anche a portarsi sul 9-13 e il set sembra pendere in favore della MaterDomini ma Cosenza reagisce e con l’orgoglio e un grande Di Fino in battuta chiude al secondo time out tecnico sul 16-14. Gli ospiti tirano un po’ il fiato e coach Castiglia è costretto ad effettuare qualche cambio. Cosenza invece si ritrova. Il sestetto in campo è quadrato e non sbaglia nei fondamentali. Di Fino inizia ad assestare qualche colpo importante e Galbinov macina punti. Ne viene fuori un 25-21 per la DeSetaCasa che rientra in gara. Nel quarto parziale il Cosenza è galvanizzato e si gioca punto a punto fino al primo time out tecnico. Si chiude sul 7-8 ma Di Fino è strepitoso e Garofalo, ormai fisso in campo al posto di Malluzzo, trascinano un gran Cosenza che si porta sul 16-10. Castellano nel quarto set non sta incidendo e la sua squadra ne risente. La Materdomini però si sveglia e con un break di 10 punti a 3 si riporta in vantaggio per 20-22. La DeSeta crolla psicologicamente ed esce sconfitta dal parquet di casa. Termina 21-25 il quarto set. Cosenza ci ha creduto ma Jeroncic avrà tanto da lavorare. (Pasquale Marzocchi-Francesco Palermo)

DESETACASA COSENZA – MATERDOMINI CASTELLANA 1-3 (22-25; 21-25; 25-21; 21-25)
DeSetaCasa:
Andropoli, Malluzzo, Garofalo, De Marco, Di Fino, Muccio, Piluso, Galabinov, Perri, Smiriglia, Colarusso, Spadafora. All: Jeroncic.
Castellana: Civita, Petrosillo, Primavera, Bruno, Ciavariella, Marella, Castellano, Primavera, Pellegrino, Inguscio, Spadavecchia, Paoletti, Battista, Braico, Barbone. All. Castiglia.
Arbitri: Cavalieri di Catanzaro e Rizzica di Reggio Calabria.

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina