Tutte 728×90
Tutte 728×90

Benincasa: “Occhio al Palazzolo. Non vanno sottovalutati”

Benincasa: “Occhio al Palazzolo. Non vanno sottovalutati”

“La nostra forza è il gruppo. Ci ha permesso di reagire quando abbiamo ricevuto critiche e con il Paternò lo spirito di squadra si è visto. Restiamo uniti, possiamo far bene”.

benincasa_con_la_nissa

Tutta la grinta di Benincasa nel match con la Nissa.

Inizio convincente per Giuseppe Benincasa, diventato subito insostituibile nello scacchiere tattico di mister Gagliardi. Il centrocampista apprezza e commenta l’inizio dei Lupi. “Abbiamo fatto indubbiamente bene in questo avvio di torneo. La squadra ha nomi importanti e in campo i risultati si vedono. Peccato per quella battuta d’arresto con il Montalto. Forse abbiamo ricevuto troppe critiche per quella gara. Può anche starci ma fino a quei novanta maledetti minuti avevamo fatto grandissime cose. Siamo stati massacrati, anche un po’ dalla stampa. La reazione però c’è stata e la avete vista”. Benincasa spiega i motivi che hanno spinto il gruppo a ritrovare coraggio e grinta contro il Paternò. “Noi siamo un gruppo vero. Abbiamo reagito da squadra e siamo uniti. Solo così trovi la forza per alzare la testa nei momenti più complicati. Mi auguro però che la fiducia nei nostri confronti possa aumentare sempre di più perché se fuori e dentro al campo, si andrà a creare una cosa sola, questo Cosenza darà grosse soddisfazioni”. Poi un commento sul suo ruolo. “Sono un intenditore. Un calciatore di quantità, così come alcuni mister amano definire chi ricopre il mio ruolo. Ho fatto il centrale ma anche l’interno nel centrocampo a tre e mi adatto bene. Non chiedetemi però anche di impostare. Abbiamo elementi validi che possono farlo mentre io penso a correre dietro agli avversari”. Poi ancora un commento sul Palazzolo. “Dobbiamo stare molto attenti. Sono certo che verranno qui per chiudere gli spazi e ripartire. Noi faremo la nostra gara ma attenzione a sottovalutarli. In questa categoria le insidie si nascondono ovunque”. In chiusura un pensiero sul torneo in corso. “Non c’è la vera ammazza campionato ma tante compagini in grado di lottare fino alla fine. Se si resta concentrati e tutti ci danno una mano, questa squadra può far sorridere il pubblico di Cosenza. (c.c.)

Related posts