Tutte 728×90
Tutte 728×90

Stefano Fiore: “Essere di Cosenza è una forza”

Stefano Fiore: “Essere di Cosenza è una forza”

Il direttore dell’area tecnica fa i complimenti alla squadra e precisa: “L’obiettivo è avere sempre più giocatori della nostra terra”. E precisa: “Questa squadra non era in crisi e lo ha dimostrato”.

fiore_in_primavera

Il direttore dell’area tecnica silana, Stefano Fiore

La pioggia battente non ha frenato il Cosenza che, al di là del risultato finale, ha dovuto faticare oltremisura per avere la meglio del Palazzolo. Alla fine, però, è arrivata una vittoria importante che rilancia le ambizioni dei silani. A fine gara il direttore dell’area tecnica, Stefano Fiore, ha analizzato la gara ai microfoni di Antenna Bruzia. “Mi è piaciuta la squadra, soprattutto nella ripresa. Non era facile contro una squadra rognosa e con un terreno di gioco che non agevolava di certo la nostra squadra”. Poi una stoccata a chi parlava di Cosenza in crisi d’identità. “Non c’eravamo smarriti. Abbiamo risposto a chi diceva che eravamo in crisi”. Sui cosentini in squadra e sul loro futuro precisa. “L’auspicio è avere ancora più giocatori di questa città in squadra. Essere di Cosenza è una forza. In questa terra ci sono talenti a cui va data la possibilità di mettersi in mostra”. Chiusura dedicata al tecnico. “Gagliardi lavora bene e tanto. Noi abbiamo un’idea e cercheremo di portare a Cosenza un nuovo modo di pensare. Non si possono vincere tutte le gare, che si sappia. Però si può costruire per sopperire ai momenti di difficoltà che sempre si porranno dinanzi al nostro cammino. Il nostro progetto è a lungo termine. La strada intrapresa è quella giusta. Almeno per il sottoscritto”.
QUAGLIO. A fine gara è arrivata anche l’applauso alla squadra del dirigente Domenico Quaglio. Quest’ultimo a sottolineato. “Ho visto una squadra combattiva e che ha voluto fortemente i tre punti”. Sull’aspetto societario. “Stiamo crescendo e siamo aperti anche a nuovi ingressi che possano essere d’aiuto ad una società giovane e che, come la squadra, sta crescendo per garantire un futuro calcistico ad una città importante come Cosenza. Nelle prossime settimane ci sarà la ricapitalizzazione e vedremo di ratificare alcune nomine. Le diatribe della passata stagione? Acqua passata. E lasciatemi precisare che si è trattato solo di confronti dialettici. Tant’è che alla fine siamo qui, tutti insieme, per il bene del Cosenza”. (Antonello Greco)

Related posts