Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Palazzolo: le voci dal web

Cosenza-Palazzolo: le voci dal web

La preoccupazione di fine primo tempo è stata mandata via dalla doppietta del bomber rossoblù Manolo Mosciaro. Alla fine complimenti per tutti, anche per Marano.

franzese_col_palazzolo

Franzese in azione ieri contro il Palazzolo ieri al San Vito (foto mannarino)

La pioggia non ha fermato la squadra e tifosi rossoblù. Tutti insieme a lottare per la conquista i tre punti che hanno permesso al Cosenza si portarsi ad un punto dalla vetta occupata dall’ACR Messina. Ormai è consuetudine, il popolo del web segue i 90′ di gioco esultando e commentando sull rete l’esito della partita. Il fischio d’inizio è sottolineato un po’ da tutti con l’ormai caratteristico “jamu lupi” che su Facebook si usa come incoraggiamento alla squadra. Alla fine del primo tempo c’è tanta preoccupazione, anche se dagli altri campi arrivano notizie confortanti. La parola d’orDIne è “vincere”. Nella ripresa i supporter rossoblù fanno crescere il loro entusiamo per l’entrata in campo del tanto amato Andrea Marano. Lo stesso clamore però sottolinea l’espulsione di quest’ultimo. Nonostante ciò i tifosi continuano a schierarsi dalla sua parte. “Vai Andrea Mago Marano..Non Mollare.. Ti rifirai sicuramente”. Dopo il triplice fischio, esulta il pubblico rossoblù per la vittoria conquistata. Arrivano i complimenti per Adriano Fiore, per Mirko Guadalupi e per Nicolas Pesce, che non riesce a trovare il goal. Non potevano mancare inoltre i complimenti per il bomber Manolo Mosciaro, autore della doppietta che ha portato il Cosenza alla vittoria. Ecco uno dei post che più ci ha colpito: “Oggi vittoria di carettere del COSENZA allo stadio San Vito che come al solito “quannu kiova” porta sempre bene..!!!! la maggior parte dei “tiraturi” sono rimasti a casa e noi ci siamo divertiti di brutto trascinati da super MANOLO E GUADALUPI!!!avanti cosenza la vetta dista solo un punto!!!!”. Infine ci piace sottolineare che il tifosi sul web hanno accopagnato la campagna antirazzista che allo stadio è stata ostentata con triscioni e rappresentanze multientiche. (Zaira Turano)

Related posts