Tutte 728×90
Tutte 728×90

Gagliardi: “Arcidiacono ni, Parenti si”

Gagliardi: “Arcidiacono ni, Parenti si”

Il tecnico alla vigilia della gara di Vibo Valentia ammette: “L’attaccante è stato convocato e non so se lo porteremo in panchina. Il difensore giocherà perché è il più reattivo della difesa”. E sul possibile arrivo di Saraniti precisa: “Ottimo giocatore che ci ha fatto una buona impressione”.

gagliardi_al_sanvitinoo

Il tecnico del Cosenza calcio, Gianluca Gagliardi

La vigilia del derby contro la Vibonese regala un raggio di sole su Cosenza. Una luce che accompagna la truppa di Gagliardi verso un viaggio di 100 km (tanto dista Vibo Valentia dalla città dei bruzi). Prima della partenza, prevista quest’oggi, c’è il tempo per dare pensieri e parole a mister Gianluca Gagliardi che esordisce così. “So bene che vi interessa sapere se ci sarà Arcidiacono. Vi rispondo subito. Arcidiacono è tra i convocati e valuteremo se portarlo in panchina o no soltanto domani”. A chi chiede che gara bisogna attendersi al Razza, Gagliardi risponde. “Sarà una gara caratterizzata da una cattiveria agonistica che la farà da padrone. Chi sbaglierà di meno avrà ragione. Sono certo che sarà un incontro agonisticamente intenso. In mezzo al campo loro hanno mezzi tecnici interessanti per la categoria. Accorgimenti particolari per la Vibonese? Tranquilli, non ce ne sono. Sappiamo che loro giocano con un 4-1-4-1 in fase difensiva che diventa un 4-3-3 in fase offensiva. Devo essere sincero, reputo la Vibonese una squadra che subisce poco e che al momento paga dei risultati negativi che forse non meritava”. Gagliardi, poi, precisa che Cosenza si aspetta domani. “E’ importante entrare in campo col piglio giusto. A Vibo dicono che stanno ridimensionando tutto. A me non sembra visto che hanno preso giocatori che sono un lusso per questa categoria. Ma non mi va di parlare di loro. La mia squadra sa che deve giocare come fatto nelle ultime gare mettendoci ancora più energia e vigore. E poi i giocatori che ho a disposizione mi consentono di variare l’assetto tattico. E da questo bisogna trarne vantaggio”. A chi punta il dito sui segreti del Cosenza (vedi allenamenti a porte chiuse o notizie che non trapelano in merito ad infortunati e altre situazioni) il tecnico risponde. “Ma di cosa parliamo, dei segreti di Pulcinella. Non devo nascondere nulla. Voi vi lamentate che noi nascondiamo qualcosa. Se lo fanno le squadre avversarie non si dice nulla. Se lo facciamo noi siete subito pronti a scrivere che dobbiamo nascondere qualcosa. Purtroppo so bene che fa parte del calcio”. Spazio poi ai dubbi. “Parenti o Varriale? Parenti. Ma sono scelte che lasciano il tempo che trovano. Sono due giocatori fondamentali e so che entrambi daranno sempre il massimo per questa maglia. A Vibo mi serve un difensore reattivo, rapido nei dieci metri. E Parenti è l’uomo perfetto. Per dirla tutta è il miglior difensore che abbiamo come reattività in squadra”. Chiusura dedicata al calciomercato e a Franzese. “Saraniti? Ottima impressione quando lo abbiamo incontrato a Messina. Se arriva a Cosenza? Io dico che abbiamo giocatori più forti. Consentitemi di fare l’in bocca a lupo a Franzese che ha subito un piccolo infortunio al ginocchio. Spero rientri presto in gruppo”. E via di corsa verso Vibo Valentia. (Antonello Greco)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it