Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mosciaro: “Felice di farvi contenti”

Mosciaro: “Felice di farvi contenti”

L’attaccante è raggiante: “Siamo in un buono stato di forma. Vincere tre gare consecutive è un’iniezione di fiducia per il prosieguo”. Straface para-rigori: “Ho indovinato l’angolo e con un po’ di fortuna abbiamo evitato il peggio”.

esultanza_cosenza_a_vibo

Manolo Mosciaro (27) viene abbracciato dopo il 2-0 (foto grazioli)

Se il Lupo è ritornare ad ululare molto lo si deve ai gol di Manolo Mosciaro (27). Capocannoniere rossoblù che guarda gli altri attaccanti della categoria dall’alto in basso. Un altro gol, delizioso e su azione, in un campo difficile come quello di Vibo Valentia. A fine gara il cosentino mostra tutta la sua felicità e ci regala il titolo dell’articolo. “Sono felice di fare contento i miei tifosi, i tifosi del Cosenza”. Messaggio chiaro che riportiamo al destinatario. Poi Mosciaro commenta la gara iniziando dalla sua perla. “Il mio gol? Avevo sbagliato lo stop però mi è andata bene. Ho pensato al pallonetto quando con la coda dell’occhio ho visto il portiere fuori dai pali. Per mia fortuna abbiamo raddoppiato”. E giù un bel sorriso per far comprendere quello che è il momento del calciatore e della squadra rossoblù. Mosciaro continua. “Oggi siamo stati bravi a capitalizzare la prima palla gol avuta. E questo, a differenza delle altre gare, ci ha consentito di giocare con più serenità. In vantaggio abbiamo gestito e giocato in contropiede trovando anche il raddoppio. Il rigore? Non so se c’era ma ha dato la possibilità a Straface di mettersi in mostra. Faccio i complimenti al nostro portiere, se li merita tutti”. Cosenza in testa dopo cinque giornate. Mosciaro non si sbilancia. “Siamo in un buono stato di forma. Vincere tre gare consecutive è un’iniezione di fiducia per il prosieguo. Ora c’è la Gelbison. E’ la gara di cartello domenica prossima e dobbiamo vincere. Siamo primi? Soltanto lottando su ogni pallone, ogni domenica, possiamo restare in cima”.
ALESSANDRO STRAFACE. Nel quadro giornaliero non può mancare uno dei protagonisti di Vibonese-Cosenza. Stiamo parlando di Alessandro Straface (20) che, a fine gara, si gode i complimenti. “Sapevamo che non era semplice vincere a Vibo. Ci siamo mossi bene dietro e capitalizzato al meglio con i nostri attaccanti. Questa squadra dove può arrivare? Non so, di sicuro vuole competere per vincere”. Poi un commento sul rigore parato. “Ho indovinato l’angolo. I rigori sono una lotteria. Mi è andata bene (e giù una risata, ndr)”.
QUI VIBONESE. Bocche cucite nel team rossoblù, sponda Vibo. L’unico che si presta è il difensore siciliano Angelo D’Angelo (25). “Abbiamo giocato bene e dispiace che il risultato dica altro. Gli episodi ci hanno condannato. Purtroppo dobbiamo fare mea culpa perché in occasione dei gol del Cosenza abbiamo commesso delle ingenuità. L’espulsione del tecnico? E’ la seconda volta che accade e non capiamo il motivo. Forse non sta simpatico a qualcuno, altrimenti non ci sono altre spiegazioni”. Chiusura sul Cosenza. “Ottima squadra. Insieme al Messina si giocheranno la promozione”. (Ivan Mozzi)

Related posts