Tutte 728×90
Tutte 728×90

Galantucci: “Il primato? L’anno scorso ad Acri…”

Galantucci: “Il primato? L’anno scorso ad Acri…”

L’ex attaccante silano, però, resta con i piedi per terra: “Il 22 dicembre dell’anno scorso ero primo in classifica e poi siamo retrocessi. So bene che essere primi oggi non significa nulla”.

biccio_contrasto_gelbison

Arcidiacono oggi non ha brillato. Ha sbagliato anche un gol clamoroso (foto mannarino)

In testa è un alternarsi di emozioni. Cosenza, Messina e Gelbison si danno il cambio. Questa volta tocca nuovamente ai campani ritrovarsi in cima da soli. Era l’ottava giornata quando la squadra di Erra lasciava il primato al Messina che, dopo sette giorni, lasciava il testimone al Cosenza. Da oggi un nuovo cambio al vertice dovuto al blitz della Gelbison al San Vito. A fine gara queste le considerazioni dell’ex giocatore del Cosenza, oggi attaccante della Gelbison, Alessio Galantucci (31). “Era circa un mese che non mi allenavo. Rientravo da un infortunio e viste le assenze dovevo giocare per forza. Ho dovuto stringere i denti e credo di aver fatto una discreta partita. Abbiamo fatto una gara perfetta e va dato atto alla Gelbison di aver vinto su un campo difficile per tutti. Siamo contenti e ci godiamo questo momento”. A chi gli mostra la nuova classifica che vede i campani in testa Galantucci risponde. “Vi dico una cosa. Il 22 dicembre dell’anno scorso ero primo in classifica ad Acri quindi con me non attacca. So bene che essere primi oggi non significa nulla. Noi dobbiamo puntare alla salvezza”. Chiusura sul Cosenza. “Quando giocavo qui lo stadio era pieno, oggi un po’ meno. Certo la squadra attuale ha una rosa che può puntare a vincere il campionato. La strada, però, è ancora lunga”. (Antonello Greco)

Related posts